Fotografia sotto le stelle

Fotografia sotto le stelle

In questo post voglio condividere la semplice gioia di fotografare il cielo notturno con niente di più complesso di una macchina fotografica e un treppiede.

I telescopi e le macchine fotografiche altamente sofisticati e controllati tramite computer non sono sempre una benedizione. Anche se le immagini che riescono a realizzare sono davvero stupefacenti, passare la notte a fissare lo schermo di un laptop non è certo il modo ideale di trascorrere il tempo sotto le stelle.

Quindi, negli ultimi anni, mi sono concentrato nuovamente sulla fotografia diretta del cielo notturno; ricercando luoghi bui e interessanti dove il primo piano terrestre contribuisce alla immagine finale. Un altro vantaggio è che, anziché passare più di un’ora a preparare gli strumenti per l’astrofotografia, posso iniziare a scattare nel giro di pochi minuti, riuscendo comunque a catturare una immagine che l’occhio riuscirebbe a malapena a percepire. Ovviamente un altro grandissimo vantaggio è che tutti possono farlo.

1 MG 0020 contrast2 resize 234x300

Scene di Cielo Notturno

La maggior parte delle notti, inizio con esposizioni relativamente brevi per catturare la scena di cielo notturno di fronte a me. Le esposizioni sono di solito abbastanza lunghe per evidenziare più stelle e dettagli in cielo di quanto l’occhio possa vedere, ma non così lunghe da rendere evidente il movimento delle stelle.

È straordinario quanto si può catturare in una esposizione di appena 30 secondi con una moderna reflex digitale, rispetto ai vecchi tempi in cui si lavorava con la pellicola e riuscire a scattare anche solo un accenno della Via Lattea era visto come un successo. Anche le reflex di livello base sono in grado di catturare un dettaglio notevole del cielo notturno, come in questo esempio.

3 IMG 0040 med 600x400

La Via Lattea, Canon 1100D (Rebel T3), 15-85mm lens @15mm

Scie di Stelle

Dopo avere esaminato tutti gli scorci di cielo ed i primi piani terrestri che mi può offrire una determinata location, di solito scelgo l’inquadratura che più mi è piaciuta in base alle esposizioni brevi e posiziono la macchina fotografica proprio in quel punto. Poi apro l’otturatore con un controllo remoto e vado via, lasciando che le stelle disegnino un sentiero attraverso l’immagine e realizzino forme sorprendenti nel cielo, in una singola esposizione che può durare pochi minuti o diverse ore.

A seconda della mia stanchezza o della mia voglia di bere qualcosa, potrei anche lasciare la macchina incustodita durante il tempo di esposizione. Altre notti, però, rimango vicino, in macchina o in tenda, aspettando pazientemente per assicurarmi che le condizioni metereologiche restino buone.

 Lake Eppalock3 Stacked resize 600x397

Foto di Shona Dutton & Phil Hart, Nikon D7000, 10-20mm lens @10mm

La Luna

3B 600x337

Canon 1100D (Rebel T3), 300mm lens + 1.4x teleconverter

Quando sono in “modalità astrofotografia”, non ho molte belle cose da dire sulla luna. Il chiaro di luna sbiadisce le galassie e le nebulose lontane, rendendo impossibile realizzare delle buone immagini di astrofotografia.

Ma per i fotografi del cielo notturno, la luna potrebbe diventare il bersaglio preferito, e può essere fotografata anche tra le luci della città. E, mentre l’immagine qui sotto è stata scattata con una reflex digitale pieno formato, nella maggior parte dei casi, una macchina fotografica con sensore croppato è lo strumento adatto per avvicinarsi a questo corpo celeste.

MG 0155 LRenfuse resize 600x354

Luna su Melbourne, Canon 5DMKII, 300mm lens + 1.4x teleconverter

Conclusione

Quindi, se ti piace stare all’aperto e scattare immagini di paesaggi naturali o creati dall’uomo, non pensare di dovere smontare tutto e andare via appena cala il sole. Porta con te un maglione o un giaccone e resta per catturare le immagini dei tuoi posti preferiti come non li hai mai visti prima – sotto le stelle!

Se la fotografia notturna ti appassiona, ho la guida per te. L’ebook A Caccia di Stelle ti spiega chiaramente tutte le tecniche necessarie e tutti i tipi di foto che puoi fare al cielo notturno.

Per saperne di più clicca qui: Guida alla fotografia notturna.

Autore: Phil Hart

Phil Hart è un ingegnere di giorno e un fotografo sotto le stelle di notte. È autore del libro "A caccia di stelle" e di una newsletter gratuita sulla fotografia notturna.

Subscribe to our mailing list

* indicates required Indirizzo email *
  • daniele

    Scusa un domanda (magari banale) ma non sono espertissimo (per usare un eufemismo) ma per scattare una foto come quella della via lattea basta un tempo di 30 secondi?

    • Alberto Cabas Vidani

      Può bastare, a seconda dell’iso.

  • Vasco

    per fare delle foto tipo quelle che hai fatto,che iso hai usato.Io ho fatto delle prove :infinito manuale,400 iso e diaframma 14-16 esposizione 3-4 min.Le stelle però rispetto al paesaggio intorno non sono così luminose,devo aumentare gli Iso?per formare dei cerchi quanto tempo bisogna esporre?so che alcuni fanno più scatti e poi gli sovrappongono in post produzione.le tue sono poi corrette in post produzione?
    Grazie

Chi c'è dietro FotoComeFare?



authorMi chiamo Alberto Cabas Vidani, sono un informatico per formazione e un fotografo per passione.


Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per condividere le consocenze che avevo acquisito e che continuo ad acquisire su fotografia digitale e fotoritocco.


Voglio rendere queste conoscenze accessibili a chiunque, anche ai principianti assoluti.


Per contattarmi, vai alla pagina dei contatti.


Subscribe to our mailing list

* indicates required Indirizzo email *
Privacy Policy

© 2010-2014 FotoComeFare, tutti i diritti riservati / Cabas Vidani Alberto, vicolo della Sedima, 23 - 34076 Romans d'Isonzo (GO)
P.IVA 01139850315, CF CBSLRT82C07F356B, numero REA GO-75162
N° fax +3904811901128

FotoComeFare partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Sprintrade network.