Se sei una persona introversa come me, probabilmente troverai incredibilmente difficile anche solo pensare di approcciare uno sconosciuto per chiedergli il permesso di fargli una fotografia.

Cosa succederebbe se dicesse di no? E se pensasse male di te? Se reagisse con violenza e ti mandasse al diavolo?

Molti fotografi si sentono turbati al pensiero di avvicinare qualcuno che non conoscono per fotografarlo. Sono pensieri che spesso si trasformano in una trappola e ti impediscono di realizzare ritratti molto interessanti.

[su_youtube url=”

This content is blocked. Accept cookies to view the content.

Alcune settimane fa stavo tenendo un corso alla Shutterfest, a S. Louis e, al termine della lezione, mi sono fermato a parlare con alcuni degli studenti.

Poco dopo ho notato un uomo e sua moglie avvicinarsi, ammirando le varie attrazioni della Union Station. La coppia ha colpito la mia immaginazione.

Stavo lavorando a una serie di ritratti di uomini con barbe interessanti e lui mi è parso fin da subito un candidato d’eccellenza. Si sono fermati a chiacchierare e io ho iniziato a studiare una strategia per avvicinarlo e chiedergli il permesso di fargli un ritratto.

In fin dei conti avevo appena terminato il mio workshop e avevo ancora tutta la mia attrezzatura pronta.

Mi sono avvicinato a loro, mi sono presentato scusandomi per il disturbo e ho chiesto all’uomo il permesso di fare una fotografia. Incoraggiato anche dalla moglie, alla fine ha deciso di accettare di posare per “Dramatic Portraits”, una serie di scatti realizzati con illuminazione da studio e massima apertura.

L’intera sessione, dal momento in cui mi sono avvicinato a quello dell’ultimo scatto, è durata sì e no 5 minuti, ma ne ho ricavato un bellissimo ritratto e una grande lezione di vita.

Fotografia di Thomas Roesner

Fotografia di Thomas Roesner

Come fonte di luce principale ho usato un Phottix Indra 500 nel softbox Luna Deep Octa, attivato dal trasmettitore Phottix Odin II. Come fotocamera ho utilizzato una Sony a7R II con obiettivo Tamron 85mm 1.8 e adattatore Viltrox. Ho utilizzato uno sfondo componibile bianco/nero, creato da Savage.

Come fonte di luce principale ho usato un Phottix Indra 500 nel softbox Luna Deep Octa, attivato dal trasmettitore Phottix Odin II. Come fotocamera ho utilizzato una Sony a7R II con obiettivo Tamron 85mm 1.8 e adattatore Viltrox. Ho utilizzato uno sfondo componibile bianco/nero, creato da Savage.

Il risultato finale

Il risultato finale

Ecco alcuni consigli che ho raccolto nel corso degli anni e che ti aiuteranno ad avvicinarti a sconosciuti per riuscire a fotografarli.

Prima di approcciare qualcuno, pensa a un piano

Prima di avvicinarti a una persona per chiedergli il permesso di scattare una fotografia, assicurati di avere tutta l’attrezzatura pronta.

Corpo macchina, obiettivi, riflettori, punti luce: tutto dev’essere pronto allo scatto, nel caso in cui ti risponda di sì. Se fermi qualcuno e poi perdi tempo nel sistemare tutto il necessario, darai un’idea di scarsa professionalità ed esperienza, e molto probabilmente finirai per realizzare un ritratto scadente.

Inoltre, ricordati l’importanza di avere in mente un’idea precisa del risultato finale, per cercare precisamente il genere di espressioni che fanno al caso tuo ed essere in grado di comunicarle al tuo soggetto fin dall’inizio.

Sii educato e sorridi!

Quando ti avvicini a una persona che non conosci, non c’è niente di più disarmante di un sorriso.

Nelle occasioni in cui mi avvicino a degli sconosciuti cerco sempre il loro contatto visivo, sorrido e mi presento educatamente.

Ad esempio, quando ho chiesto al signore della fotografia il permesso di fotografarlo mi sono presentato semplicemente così:

“Salve! Chiedo scusa per il disturbo, mi chiamo Miguel e sto facendo una serie di ritratti di uomini con la barba interessanti. Mi piacerebbe moltissimo poter realizzare un suo ritratto. Non ci vorranno più di un paio di minuti, per lei andrebbe bene?”

Essere molto educati aumenterà di molto la possibilità che ti dicano di sì.

Quando lo fanno, sii rispettoso del loro tempo e cerca di scattare il più in fretta possibile, in modo che possano procedere oltre. Assicurati sempre di ringraziarli per il tempo che ti hanno dedicato e ricordati di scambiarvi l’indirizzo email o altri contatti, in modo da poter inviare loro lo scatto quando è pronto.

Renditi conto della situazione

Sii cortese e rispettoso delle persone ed evita di approcciarle in momenti poco opportuni.

Per esempio, se vedi una persona interessante a cui vorresti scattare un ritratto, ma sta portando pesanti sacchi della spesa, sta telefonando o è immersa in qualche altra attività che evidentemente la tiene occupata, non interromperla!

Potrebbe sembrare una cosa banale da dire, ma troppo spesso mi capita di vedere persone approcciare estranei evidentemente occupati, per i motivi più disparati, e ottenere risposte negative.

Saper cogliere il momento giusto è importante tanto quanto tutti gli altri passaggi di questo processo.

Dimostrati sicuro di te, anche se sei spaventato a morte

Usiamo per un attimo la nostra immaginazione.

Immagina di essere seduto nello studio di un pronto soccorso, aspettando che qualcuno medichi una ferita che ti sei fatto. Il medico entra nella stanza con fare agitato, gli cade dalle mani la tua cartella clinica e, mentre si china per raccoglierla, perde anche gli occhiali.

A questo punto sono sicuro che il tuo livello di ansia sarebbe già altissimo. Staresti già iniziando a interrogarti sulla capacità di questa persona di prendersi cura della tua ferita. Al contrario, se lo stesso medico entra nello studio con fare calmo e sicuro di sè, dicendoti che la procedura sarà breve e indolore, probabilmente saresti molto più calmo e disposto a fargli compiere tutte le manovre necessarie per aiutarti.

Tutto questo vale anche per i fotografi.

Se ti dimostrerai sicuro di te (ma non arrogante) darai ai tuoi soggetti l’idea di essere in buone mani e riuscirai molto velocemente a ottenere lo scatto che stavi cercando.

Nascondi ogni segno di ansia o paura e vedrai che andrà tutto bene.

Sii sempre pronto

Una delle cose che puoi fare per aumentare la tua sicurezza in questo tipo di situazioni è abituarti a portare con te il set di fotocamera e obiettivo ideali per realizzare il tipo di ritratti che desideri.

Nel mio caso questo significa portare con me un buon obiettivo 85mm, perché è molto adatto allo stile dei miei ritratti.

Se sei il tipo che preferisce realizzare ritratti ampi, dove anche l’ambiente rientra nella composizione, avere sempre con te un 35mm può essere una buona idea.

Il mio set per la passeggiata quotidiana di solito comprende un corpo macchina leggero, come la Sony A7RII o la Sony A6300, e un obiettivo Tamron , per esempio i 35mm e 85mm f/1.8.

Qualunque sia il tuo stile fotografico, porta con te l’attrezzatura con cui ti senti più a tuo agio e crea la magia!

Supera i tuoi limiti ogni giorno

Molti di noi hanno, ogni giorno, la possibilità di uscire e interagire con estranei. Sfrutta questa cosa a tuo vantaggio e poniti l’obiettivo di fare un ritratto al giorno.

Per me è quasi come giocare a un videogioco. Ogni giorno cerco di ottenere un “punteggio alto”, e il giorno dopo cerco sempre di battere quel punteggio.

Che si tratti di fare più ritratti o di migliorare la qualità delle immagini ottenute, cerco di concentrarmi per migliorare il più possibile.

All’inizio ti sembrerà terrorizzante, ma più ti applicherai nel farlo e più rapidamente arriverai al punto di essere in grado di approcciare chiunque, ovunque, e riuscire a ottenere il permesso di realizzare i tuoi scatti.

Fotografia di Thomas Roesner

Fotografia di Thomas Roesner

Ti ho presentato alcune delle mie tecniche preferite, che sono sicuro ti aiuteranno ad aumentare il numero di persone che accetteranno di diventare tuoi soggetti.

E tu, hai dei trucchi da condividere? Quali sono i problemi maggiori che ti bloccano nell’avvicinare sconosciuti? Faccelo sapere nei commenti qui sotto!

Articolo di MIGUEL QUILES liberamente tradotto dall’originale: https://fstoppers.com/originals/how-guide-photographing-strangers-125759