Da quando ho cominciato ad appassionarmi alla fotografia ho sempre scandagliato la rete alla ricerca di risorse (siti, forum, libri) per accrescere le mie conoscenze sulla fotografia. Ciò che veramente mi interessa, e penso dovrebbe interessare a tutti i fotografi di tutte le età, è trovare ispirazione e spunti che mi permettono di fare foto migliori, non perché più nitide o più precise ma perché più artistiche, più efficaci nel comunicare sentimenti ed emozioni, più accattivanti, più capace di esprimere la mia sensibilità. Voglio quindi imparare la composizione, voglio saper interpretare la luce, voglio essere in grado di impiegare i colori per trasmettere emozioni, voglio sapere come intrigare e stupire l’osservatore delle mie foto.

Mi interessa relativamente sapere quale tra un insieme di ottimi obbiettivi riduce al minimo delle impercettibili distorsioni, o determinare finalmente se Canon è meglio di Nikon o viceversa. Non ho tempo da dedicare, e non voglio averne, a sfogliare infinite tabelle di caratteristiche tecniche per decidere col bilancino quale prodotto sarà inequivocabilmente perfetto per me.

Eppure, il contenuto di una buona parte dei siti fotografici italiani maggiormente visitati è spesso composto quasi solo da:

  • recensioni di fotocamere, obiettivi, flash e accessori vari,
  • rumors sui prossimi prodotti,
  • annunci del rilascio di nuovi prodotti,
  • confronti tra prodotti,

E a questi siti si affiancano spesso e volentieri forum in cui le discussioni più partecipate e più sentite sono quelle che parlano dell’equipaggiamento, in cui utenti nuovi e vecchi reiterano il rituale dell’eterno soppesare minime differenze o del contrapporsi di irriducibili schieramenti di tifosi.

È difficile, veramente difficile, trovare contenuto di qualità che parli di fotografia e non di macchine fotografiche.

Per chi non sa

Ne ho parlato nell’articolo sul confronto tra Canon e Nikon: è assolutamente condivisibile il dubbio che tormenta chi sa poco o nulla di fotografia, quando si approccia ai suoi primi acquisti. Ed è anche molto probabile che, oltre al dubbio, il neofita abbia una forte curiosità derivata dalla sua ignoranza. Questi due ingredienti, purtroppo, spesso ci portano ad indugiare nella lettura e nella ricerca di continue recensioni e comparazioni di prodotti che ritardano il momento in cui finalmente saranno tra le nostre mani e ci permetteranno di fare nuovi esperimenti fotografici. Oltre, ovviamente, ad occupare il tempo che potremmo spendere con la macchina fotografica in mano a diventare bravi fotografi.

Penso che, come ho già condiviso negli articoli sulla scelta della reflex per un principiante e sulla scelta del primo teleobiettivo, il corredo fotografico perfetto, ammesso che esista, non ci tramuterà magicamente in bravi fotografi.

A chi non sa di fotografia, quindi, voglio rivolgere un appello affinché non si faccia risucchiare nel girone dei feticisti dell’equipaggiamento fotografico. Sicuramente è brutto spendere soldi, molti soldi, su articoli si dimostrano poi non all’altezza. Ma penso che, per quanto tempo spendiamo a memorizzare cataloghi e studiare recensioni e raccogliere opinioni, non avremo mai la certezza di fare la scelta perfetta. Meglio contenere entro limiti ragionevoli il tempo e le energie dedicati a studiare le macchine fotografiche ed aumentare invece a dismisura tempo ed energie dedicati a studiare e praticare
la fotografia.

Per chi già sa

Le due mie passioni che hanno preceduto la fotografia sono state la chitarra elettrica e il computer. In entrambi i casi, ho avuto una fase in cui il tempo speso a studiare recensioni e opinioni e seguire le news sui prodotti è stato veramente esagerato. Ma, soprattutto, è stato assolutamente fine a se stesso. C’è qualcosa di conturbante nel conoscere a memoria i cataloghi dei produttori di effetti per chitarra elettrica o i nomi di tutti processori per PC in commercio. Questo però, non rende né un bravo chitarrista né un utente di computer capace. L’unica utilità del conoscere tutte queste informazioni sta nella possibilità, quando si presenterà l’occasione, di saper fare acquisti ragionati e di consigliare gli amici. Ma spesso accade che, quando si è veramente esperti dell’equipaggiamento che serve in un determinato ambito, si tengano in considerazione così tanti infinitesimali dettagli da rendere i consigli più simili ad enigmi che ad aiuti.

Quello che ho notato riguardo alle mie precedenti passioni, e che sto notando anche in fotografia, è che chi già ne sa, chi è nel mondo della fotografia da più tempo, troppo spesso si perde a parlare di macchine fotografiche e dei loro accessori, piuttosto che di fotografia. Inoltre, i discorsi dei più esperti ai meno esperti mancano spesso il punto, facendosi distrarre dai mille dettagli che non costituiscono elementi veramente significativi.

Fotografi ed autori di fama mondiale come Scott Kelby e David duChemin sono ben consci dell’importanza di dedicarsi di più all’arte e di meno agli strumenti. Sarebbe bello che gli esperti di fotografia si entusiasmassero e partecipassero alle discussioni sulle tecniche fotografiche altrettanto quanto alle discussioni su obiettivi e corpi macchina. E al contempo, sarebbe bello fossero in grado di dare il giusto valore alle sottili differenze che esistono tra i vari prodotti ma che non rivoluzionano l’esperienza del fotografo che li acquista.

Il giusto mezzo

Con queste parole, non voglio dire che vorrei sparissero tutti i siti di recensioni di macchine fotografiche. Quello che mi piacerebbe, sarebbe un maggiore importanza data alle discussioni sulla fotografia: sulle tecniche, i consigli, i trucchi, le esperienze, le critiche di fotografie e tutto quello che può insegnare ad un fotografo a fare foto migliori.

Allo stesso tempo, gli esperti di macchine fotografiche dovranno sempre esistere e i meno esperti dovranno comunque avere le minime conoscenze necessarie a fare acquisti oculati e a sapere come funziona il proprio equipaggiamento.

Quindi, parliamo sì di macchine fotografiche ma parliamo soprattutto di fotografia!

Che ne pensate? La vostra esperienza è diversa? Fatemelo sapere inserendo un commento qui sotto.