Come abbiamo già visto nell’articolo Il flash integrato: se lo conosci lo eviti, il flash integrato su quasi tutte le macchine fotografiche digitali è di pessima qualità e molto difficilmente produce foto che possano ritenersi belle. Fortunatamente, esistono alcune tecniche che si possono mettere in pratica per riuscire ad ottenere scatti decenti anche quando si è costretti ad impiegare il flash incorporato. Vediamoli in dettaglio nel seguito dell’articolo.

Usare il modo flash slow sync

Molte macchine fotografiche mettono a disposizione tra i modi flash quello denominato slow sync. Usando questo modo flash il tempo di esposizione viene allungato, ottenendo così una migliore esposizione per lo sfondo, che altrimenti risulta spesso eccessivamente scuro. C’è però una controindicazione: sarà necessario appoggiare la fotocamera su un supporto stabile, in quanto il tempo di esposizione allungato aumenta il rischio di fare foto mosse. Per qualche dettaglio in più su questo modo flash vi rimando all’articolo I modi flash: usare il flash incorporato.

Usare la compensazione del flash

Tutte le fotocamere reflex digitali e le fotocamere bridge hanno una funzione chiamata compensazione del flash (più raramente le digitali compatte). Essa permette di decrementare o aumentare la potenza del flash. In questo modo, è possibile rendere più bilanciata l’illuminazione del soggetto in primo piano rispetto allo sfondo o almeno evitare di “bruciare” il soggetto in primo piano con una luce troppo potente. Spesso sarà difficile individuare a priori il valore corretto per la compensazione del flash, probabilmente sarà necessario procedere per prove ed errori.

Scegliere il tempo di esposizione nel modo manuale

Il modo manuale consente di impostare a piacere apertura e tempo di esposizione. Perciò, quando usiamo il flash integrato, possiamo selezionare il modo manuale ed impostare manualmente un tempo di esposizione abbastanza lento da consentire una corretta esposizione dello sfondo. È una soluzione simile a quella che sfrutta il modo flash slow sync. La differenza principale è che il tempo di esposizione viene scelto da noi invece che dalla fotocamera. Le controindicazioni sono le stesse, qualora il tempo di esposizione renda difficile evitare foto mosse. (Ho trovato menzionata questa tecnica sul blog di Jared Polin, a questo indirizzo: http://froknowsphoto.com/super-secret-project-video-flash-tip/).

Diffondere la luce

Molto spesso, i fotografi professionisti che impiegano flash esterni o luci continue, sfruttano alcuni accessori per diffondere la luce. La luce diffusa risulta più morbida, quindi proietta ombre meno dure. È possibile diffondere anche la luce prodotta dal flash integrato. A tale scopo si possono comprare, a prezzi piuttosto convenienti, accessori da montare davanti al flash. Questa soluzione è applicabile da tutti i possessori di reflex digitali, più difficilmente da chi usa una fotocamera bridge o una digitale compatta. Alcuni esempi si possono trovare ai seguenti indirizzi:

Alternativamente, esistono validi progetti per creare diffusori fai-da-te, come il seguente: DIY built-in pop-up flash diffuser (soft screen).

Riflettere la luce

Uno dei grossi difetti del flash integrato è che esso non può essere orientato o separato dalla macchina fotografica. Spesso, si ottengono foto migliori quando la luce non proviene dalla direzione frontale. Grazie ad opportuni accessori è possibile riflettere la luce del flash sul soffitto o sulle pareti. In tal modo, non solo si ottiene una luce che non colpisce frontalmente il soggetto, ma anche una luce più diffusa, proprio a causa della riflessione su una superficie ampia. Ovviamente, questi accessori tornano utili unicamente quando si scatta una foto al chiuso e quando il soffitto o le pareti non sono troppo distanti dalla macchina fotografica (solitamente entro alcuni metri).

Come visto per i diffusori, questi accessori sono disponibili sia in vendita che come progetti fai-da-te. Nel primo caso, probabilmente il prodotto migliore è il Lightscoop. Nel secondo caso, la soluzione più facile consiste nel ricorrere ad un biglietto da visita: The Party Bouncer is Back in Business (Card).

Spero questi consigli vi saranno utili. Conoscete qualche altro metodo per ottenere foto decenti con il flash integrato? Condividetelo con un commento.