5 tutorial che miglioreranno le tue fotografie

5 tutorial che miglioreranno le tue fotografie

Bentornato tra i lettori della rubrica: la conosci già?
Si tratta di una serie di articoli nei quali ti propongo ogni settimana 5 tra i migliori tutorial di fotografia disponibili in rete.

Nelle precedenti puntate:

Questa settimana vediamo come…

Imparare la tecnica del time lapse

Tutto, ma veramente tutto sul time lapse. Se sei anche solo in minima parte fan di questa tecnica fotografica resterai a bocca aperta appena aprirai questa guida. Che non è solo un tutorial ma è un contenitore, una scatola di tutorial tutti sul time lapse, da un sito interamente dedicato a questo tipo di fotografia.

Nell’articolo troverai:

  • introduzione alla tecnica,
  • video di esempio,
  • guida passo passo,
  • post produzione del video,
  • post produzione del video in HDR,
  • time lapse astro fotografico,
  • creazione di hyper lapse,
  • altri approfondimenti.

Sbalorditivo, come il time lapse.

Acquisire un occhio critico sulle tue fotografie

Iniziando dal fatto che bisogna essere disposti a porsi delle domande. In questo articolo ne vengono suggerite 8, alle quali molte altre potrebbero aggiungersi.

Ma a che serve questo esercizio?

L’esercizio serve soprattutto se sei un principiante, se sei in quella fase, cioè, in cui ancora non ti è nemmeno chiaro cosa ti piace o non ti piace in una fotografia. Quel momento in cui pensi solo che le tue foto non ti piacciono ancora, e che vuoi farne come certune che vedi in giro.

Ecco allora inizia a razionalizzare, a fare un “discorso fotografico” sulla tua immagine, a non valutarla di pancia ma, al contrario, di testa.

Se non hai idea di cosa sto dicendo ti lascio un altro aiuto: vai al penultimo titolo di questo articolo, quello sulla fotografia di viaggio.

Andare a caccia con la reflex

In tempi di indignazione e sollevazione mediatica per l’orribile sorte del leone Cecile, ucciso da un dentista americano per puro diletto in un parco dello Zimbabwe, molti gruppi di fotografia naturalistica stanno lanciando campagne dal motto: “Take a picture, not a trophy!

Stanno parlando di caccia fotografica, che ti permette di fotografare gli animali selvatici in libertà e provare emozioni intense e indimenticabili.

Anche qui si punta e poi si preme, in fondo, un grilletto.

Con la macroscopica differenza che nessun animale verrà ucciso, piuttosto la sua bellezza e libertà resteranno per sempre rappresentate nelle fotografie che gli hai scattato.

Ti propongo la lettura di questa guida che ti spiega:

  • come comportarti,
  • dove trovare tutte le informazioni per fare questo tipo di fotografia,
  • quale attrezzatura usare e quali focali,
  • svolgimento pratico: appostamento e cerca,
  • tecnica,
  • consigli personalizzati per le varie specie.

Ci sono tantissime parole da spendere sull’argomento ma trovo che questa guida sia magnifica per iniziare e anche per continuare.

Capire se una foto di viaggio è bella e perché

A proposito dell’autocritica di cui parlavamo sopra, l’autore di questo articolo ne ha fatta parecchia.

In effetti lo spunto iniziale spiega bene che tipo di informazioni puoi trovare aprendo il link:

“Tornato da un viaggio ho trovato di aver scattato un numero abbastanza soddisfacente di buone foto, ma poche atte a raccontare i luoghi visitati. A seguito di questo inconveniente ho fatto alcune riflessioni sull’essenza della cosiddetta fotografia di viaggio. Ritenendole un utile punto di partenza per quanti si sono confrontati con analoghi risultati, le ho sintetizzate in questo articolo”.

Segue la critica e un interessante lavoro di auto-analisi su alcuni scatti di viaggio del fotografo. O, come direbbe lui, su alcuni scatti che aspiravano ad essere tali.

Food graphare

A Nedo Baglioni, autore dell’articolo, fotografo, video maker e media trainer, è piaciuto questo gioco di parole per indicare la fotografia food.

Si pagava l’università facendo il cameriere, mentre gli passavano sotto al naso tutti i piatti tipici della cucina toscana. Così oggi li fotografa con una certa maestrìa e nel suo bel blog te ne dà un’assaggio.

In questo articolo troverai molte nozioni e consigli sulla luce necessaria, gli obiettivi, le impostazioni, i punti di vista e le ispirazioni. La fonte è autorevole.

Bon appétit.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Autore: Eleonora Di Mauro

Copywriter per professione e fotografa per passione, ho sempre amato la scrittura, gli animali e l’ambiente. La fotografia è entrata nella mia vita alcuni anni fa: da allora cerco di trasmettere un sentimento di meraviglia e rispetto per la natura che ci circonda, ma anche di esprimere le mie personali emozioni. Della fotografia naturalistica apprezzo soprattutto il valore educativo e il rigido codice etico, che permette al fotografo di sensibilizzare a una più profonda coscienza ecologica, adottando modelli di comportamento e tecniche di ripresa non invasivi. Vieni a trovarmi sul mio blog (link qui sotto).

Chi c'è dietro FotoComeFare?



authorMi chiamo Alberto Cabas Vidani, sono un informatico per formazione e un fotografo per passione.


Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per condividere le conoscenze che avevo acquisito e che continuo ad acquisire su fotografia digitale e fotoritocco.


Voglio rendere queste conoscenze accessibili a chiunque, anche ai principianti assoluti.


Per contattarmi, vai alla pagina dei contatti.


Privacy Policy

© 2010-2014 FotoComeFare, tutti i diritti riservati / Cabas Vidani Alberto, vicolo della Sedima, 23 - 34076 Romans d'Isonzo (GO)
P.IVA 01139850315, CF CBSLRT82C07F356B, numero REA GO-75162
N° fax +3904811901128

FotoComeFare partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Sprintrade network.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni