Natale non è solo un momento propizio per acquistare nuova attrezzatura fotografica, ma anche per scattare molte foto di sicuro impatto. E non vale solo per il giorno di Natale, ma anche per tutto il periodo dell’avvento e un paio di settimane successive.

Ecco allora, in questo articolo, una serie di idee per sfruttare le occasioni fotografiche disponibili solamente in questo magico periodo.

Addobbi

Da un punto di vista fotografico gli addobbi natalizi offrono numerose possibilità. Innanzitutto, non fermarti a quelli in tuo possesso. Puoi trovarne all’interno e all’esterno, di piccole e grandi dimensioni, in luoghi privati (abitazioni) o pubblici (nei negozi, ad esempio).

Considerando la composizione, spesso il nostro occhio è colpito da insiemi di addobbi particolarmente riusciti e spettacolari, ma questi possono non rendere in foto. Quindi, se fotografare un insieme di addobbi dà vita a immagini poco soddisfacenti, ricordati di focalizzarti sui dettagli.

Fotografa un singolo addobbo, da vicino, sfocando bene lo sfondo, sfruttando una luce che lo valorizzi. Usare gli strumenti e le tecniche tipiche della fotografia macro torna molto utile in questo caso.

Luci

Le illuminazioni natalizie rientrano nella categoria degli addobbi, ma per me meritano una menzione speciale.

Di per sé, la sola presenza di illuminazione artificiale dà spesso un tocco magico ad una foto (come sa bene chi pratica la fotografia notturna). La quantità di luci artificiali presenti sotto Natale non ha paragoni nel resto dell’anno.

Ma non si tratta solo di quantità. Le luci natalizie hanno disposizioni e colori che le rendono soggetti estremamente fotogenici.

Come nel caso degli addobbi, fai attenzione sia alle luci che si trovano all’interno di casa tua che a quelle visibili per strada. Anche le vie di località piccole possono diventare molto attraenti grazie all’illuminazione natalizia.

Se ti avventurerai per strada, ti torneranno utili i consigli contenuti negli articoli sulla fotografia notturna.

Bellissimi effetti si ottengono anche semplicemente sfocando le luci, sfruttando aperture ampie.

Light painting

Il light painting è una tecnica speciale che si usa per “dipingere” una foto sfruttando luci in movimento e lunghe esposizioni. Questa tecnica merita un approfondimento dedicato, che scriverò prossimamente.

Limitandoti alle luci natalizie, puoi usarle per molti esperimenti di light painting. Prima di addobbare l’albero o la tua casa, puoi giocare con le lunghe strisce di lampadine per ottenere effetti speciali e composizioni astratte.

Imposta la fotocamera come descritto nell’articolo sulle lunghe esposizioni e muovi le luci, facendole oscillare, roteare, o muovendole come la tua creatività suggerisce. Oppure, ribaltando il concetto, lascia le luci ferme e muovi la fotocamera, come ti avevo suggerito nell’articolo Dipingere con i tempi di esposizione lunghi.

Città e luoghi pubblici

Nel periodo natalizio, le città non solo sono più luminose e addobbate, ma spesso fervono di vita e movimento. Ciò accade soprattutto grazie allo shopping, sia nei negozi che nei mercatini allestiti per l’occasione, ma anche alle numerose fiere caratteristiche di questo periodo.

Nascono così molte opportunità per praticare la street photography. Puoi immortalare le interazioni tra le persone, il loro movimento vorticoso che sembra quasi una danza, le emozioni, l’abbigliamento invernale.

Spesso si creano anche curiose combinazioni e contrapposizioni nel mescolarsi di persone, veicoli, edifici, cartelloni pubblicitari ed altri elementi caratteristici delle città.

Diventa importantissimo allora essere pronto a cogliere l’attimo. Passeggia per le strade con gli occhi aperti e il cervello pronto, con la macchina fotografica accesa e il dito sul pulsante di scatto.

Cibo

Tra Natale e capodanno le occasioni per cucinare e mangiare si sprecano, tra pranzi, cenoni e regali gastronomici. Avrai quindi probabilmente a disposizione parecchie occasioni di fotografare cibi che usualmente non passano per casa tua.

Ricordati di fotografare non solo i piatti pronti, ma anche la loro preparazione. Potresti ottenere anche foto da vendere sul circuito del microstock.

La food photography è un genere a sè, su cui sono stati scritti interi libri, quindi questa non è la sede per trattarla. Intanto, ecco un’introduzione: Food Photography – An Introduction.

Regali

Altra icona natalizia, i regali hanno una duplice utilità. Puoi fotografarli finché sono ancora impacchettati, sotto l’albero, in un invitante montagna colorata. Ma devi anche essere pronto ad immortalare il momento in cui verranno scartati.

Da questa seconda opzione trarrai le foto più interessanti. Potranno essere divertenti ma anche commoventi, in base alla reazione del soggetto, soprattutto quando il regalo sarà una sorpresa.

Fai in modo di essere vicino all’azione, ovvero vicino a chi sta scartando il regalo, con la fotocamera già correttamente impostata e un buon punto di vista.

Per risultati sorprendenti, metti la fotocamera in modalità di scatto continua e tieni premuto il pulsante di scatto. Otterrai così l’intera sequenza della “procedura” di apertura dei regali.

Ritratti spontanei

Natale vuol dire anche incontri, ritrovi, scambi di auguri. Si moltiplicano così le occasioni per rubare qualche ritratto.

Sii preparato a cogliere momenti speciali senza farti notare, che descrivano l’emozione che le persone stanno provando. Le situazioni in cui questo compito è facilitato saranno i vari festeggiamenti, in cui tutti sono impegnati a fare qualcosa e comunque danno per scontato che ci sia qualcuno con la fotocamera in mano.

Evita comunque i ritratti in posa, se vuoi foto veramente significative.

Foto di gruppo

Attrazione tipica di tante feste e incontri, le foto di gruppo anche a Natale difficilmente non possono mancare. Cerca però di evitare le solite foto di gruppo insapore e noiose.

A questo scopo, ti consiglio  di leggere l’articolo Semplici consigli per foto di gruppo finalmente interessanti dove ho già approfondito l’argomento.

Prima e dopo

Non limitarti alle foto della preparazione e dello svolgimento dei festeggiamenti. Quando questi si saranno conclusi, ritorna sul luogo del delitto e fotografa ciò che rimane.

Affiancare scatti del prima e del dopo realizzati dallo stesso punto di vista creerà probabilmente spunti interessanti.

Un Natale time lapse

Estendendo il concetto del prima e dopo, puoi avventurarti nella realizzazione di una sequenza di scatti allo stesso soggetto realizzati a intervalli regolari. Questa tecnica prende il nome di time lapse e ci ho già dedicato un tutorial, nell’articolo Fotografia time lapse: guida completa.

Ecco un esempio di time lapse natalizio.

Christmas Time lapse from Lory Coulson on Vimeo.

Altre idee?

Tra tutti questi spunti ne troverai sicuramente qualcuno da poter mettere in pratica. L’importante è essere in grado di realizzare non solo foto ricordo, ma immagini che catturino veramente lo spirito del Natale, nelle forme che senti più affini.

E, senza dubbio, non sono da disdegnare le sfide poste da alcune tecniche come il light painting o la fotografia notturna.

Tu cosa sperimenterai, fotograficamente parlando, in questo periodo natalizio? Condividilo inserendo un commento in fondo all’articolo.