Correzione del colore: come farla bene, precisamente e velocemente

Correzione del colore: come farla bene, precisamente e velocemente

La gestione del colore è una scienza peculiare del mondo della fotografia digitale. Saper correggere e gestire il colore ti permette di fare diverse cose con le tue foto:

  • garantire un aspetto corretto,
  • aggiungere effetti creativi ma realistici,
  • rafforzare l’efficacia comunicativa dei tuoi scatti.

Però, le parti più tecniche della gestione del colore possono essere ostiche da imparare e tediose da usare.

Ecco perché torna molto utile un videocorso come Tecniche avanzate di correzione del colore. Già dall’introduzione, si prefigge lo scopo di insegnarti ad ottenere risultati di qualità elevata nel tempo più breve possibile (per ridurre il tedio e dedicarti a cosa più divertenti).

In questa recensione ti spiego come raggiunge tale scopo.

Corso correzione colore 

Cosa imparerai da questo corso

Tecniche avanzate di correzione del colore è un videocorso che affronta a tutto tondo la gestione del colore in Lightroom e Photoshop.

In poche parole ti insegna a:

  • regolare il colore in Lightroom come lo preferisci, da un punto di vista estetico, “ad occhio”,
  • controllare i colori in Photoshop in maniera precisa, scientifica,
  • usare gli strumenti appresi per correggere gli errori, dare alle foto esattamente l’aspetto che vuoi, modificare i colori in maniera creativa.

L’ultimo punto secondo me è fondamentale. Il titolo del corso menziona la “correzione del colore”, ma non insegna solo a correggere gli errori (ad esempio rimuovere una dominante). Piuttosto, insegna a controllare e modificare nel minimo dettaglio i colori di una foto in maniera veloce e professionale.

Puoi quindi certamente usare le conoscenze acquisite per rendere i colori di un’immagine scientificamente corretti (serve ad esempio nella fotografia di prodotti per i cataloghi). Ma soprattutto puoi usarle per cambiare l’aspetto di una foto a tuo piacimento in base ai tuoi scopi.

Puoi renderla più calda, più fredda, più triste, più scura, più luminosa e così via. Puoi sostituire i colori e ricolorare interi oggetti. Ecco qui sotto alcuni esempi delle foto trattate.

corso correzione colore photoshop esempi

Ma andiamo a vedere più in dettaglio i contenuti.

La prima mezz’ora è dedicata a Lightroom. Come accennavo sopra, Lightroom è da usare per una correzione più estetica, “ad occhio”. Questo non vuol dire che non sia utile, ovviamente.

La correzione del colore in Lightroom è da creare per ottenere un’immagine che ti piace, modificandola ad occhio. Per questo scopo va benissimo. Se vuoi una gestione scientifica, numerica del colore, devi passare a Photoshop.

Questa prima mezz’ora è comunque sufficiente e mostrare tutti i vari strumenti da usare in Lightroom per la gestione del colore.

La parte di Tecniche avanzate di correzione del colore dedicata a Photoshop è decisamente la più lunga, dura quasi 2 ore.

All’inizio, viene usato lo spazio colore RGB (quello in cui la foto viene scattata). Per prima cosa, impari a rimuovere le dominanti, o aggiungerle a scopo creativo, per correggere l’immagine.

Poi, impari la gestione del colore vera e propria, ovvero la modifica di luci e ombre, della saturazione e le correzioni selettive del colore. Il limite dell’RGB è che non puoi modificare la saturazione dei colori senza toccare anche la luminosità.

Per questo, si passa allo spazio colore LAB ed è qui che si comincia a ballare.

LAB permette di controllare separatamente luminosità e colori. In questo modo, non solo la gestione dei colori è più precisa, ma è anche estremamente più veloce.

In questa seconda parte, gli argomenti trattati (tutti legati allo spazio colore LAB) sono:

  • eliminazione precisa o aggiunta di dominanti,
  • impostazione del punto di bianco e di nero,
  • alterazione separata di luminosità e colori attraverso le curve sui diversi canali,
  • sostituzione del colore di un oggetto in una foto e mascheratura ultra rapida attraverso le opzioni di fusione,
  • aumento del volume attraverso aggiunta di un livello colorato,
  • aumento del dettaglio agendo solamente sul canale della luminosità attraverso le curve.

Risulta evidente, dopo questa parte centrale del corso, quanto LAB sia potente, facile da usare e veloce nel raggiungere i risultati desiderati.

L’ultimo quarto d’ora circa si torna allo spazio colore RGB per mostrare alcune operazioni che LAB non permette di fare.

La prima è una tecnica particolare che permette di cambiare il tono dell’immagine (ad esempio aumentandone il contrasto o rendendola più chiara o più cupa) attraverso lo strumento Applica Immagine. Si tratta di uno di quei trucchi da esperto che aiuta a rendere più efficace un’immagine con pochi clic del mouse.

La seconda tecnica invece serve per convertire l’immagine in bianco e nero in maniera diversa dal solito. Qui si usa lo strumento calcoli di Photoshop per lavorare su specifici canali e creare un bianco e nero personalizzato. Anche in questo caso, una scorciatoia difficilmente conosciuta dai non addetti ai lavori per creare rapidamente immagini in bianco e nero di carattere.

Ma è meglio questo corso o Cromie Perfette?

Qualche tempo fa avevo recensito un precedente videocorso di FotografiaProfessionale.it, sempre riguardante la correzione del colore: Cromie Perfette. Se l’hai già seguito o vuoi capire quale dei due scegliere, è lecito chiedersi quale è meglio.

Se già possiedi Cromie Perfette, sappi che una sua parte è ripresa in Tecniche avanzate di correzione del colore, perché quest’ultimo è inteso come un corso a sé stante. Una metà del nuovo corso, comunque, è composta di contenuti completamente nuovi. Tra questi, le due tecniche spiegate alla fine e l’uso degli oggetti avanzati, per un ritocco più agile e veloce.

Se invece non hai Cromie Perfette, senza dubbio tra i due ti consiglio di scegliere questo nuovo corso. Le basi ci sono tutte ed in più le tecniche avanzate sono veramente di prima classe.

Conclusioni

Tecniche avanzate di correzione del colore è un corso che mi ha veramente soddisfatto, anzi direi entusiasmato.

La parte su Lightroom è completa e realistica: ti dice esattamente per cosa basta Lightroom e per cosa invece devi passare a Photoshop. Poi, ovviamente, ti mostra in maniera esauriente cosa puoi fare con Lightroom.

La parte su Photoshop riesce nell’intento iniziale indicato dal docente: insegnare tecniche per la gestione del colore che permettano risultati di alta qualità in poco tempo.

L’uso appropriato dello spazio colore LAB, combinato con gli oggetti avanzati, si dimostra veramente un’arma segreta per la correzione e la modifica creativa del colore. La parte in cui viene modificato con pochi clic il colore di un’automobile ne è una dimostrazione più che efficace.

Se per te la gestione del colore si ferma ad ottenere una foto che ti soddisfa esteticamente, ti basta Lightroom e soprattutto questo corso non ti serve.

Se invece vuoi imparare il controllo preciso, scientifico, del colore per rendere le foto corrette e controllare in maniera esatta le trasformazioni dei colori, senza dubbio questo corso soddisferà i tuoi desideri.

Unico avvertimento, riuscirai a seguire facilmente Tecniche avanzate di correzione del colore solo se hai già le basi di Photoshop CS6. Devi sapere cosa sono e come si usano livelli, filtri, oggetti avanzati e i vari strumenti. Se non li conosci, ti consiglio il corso completo su Photoshop CS6, ecco la recensione: Preparati: imparerai finalmente ad usare Photoshop CS6 come si deve.

Per acquistare il corso, in versione download o dvd, clicca su questo link.

Ti troverai su una lunga pagina. Trovi il pulsante per l’acquisto verso il fondo.

Modalità di pagamento e consegna

Puoi pagare con bonifico bancario, Paypal, carta di credito o PostePay:

Che cos'è PayPal

Come per tutti i corsi di FotografiaProfessionale.it, esiste anche la versione in DVD, ma è più costosa e non ne vedo la convenienza.

Se acquisti questo videocorso, percepisco una commissione che non grava sul prezzo da te pagato. Aiuterai così a mantenere questo sito attivo e gratuito. Grazie infinite anticipatamente.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Autore: Alberto Cabas Vidani

Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per divulgare la fotografia digitale. Ho fatto in modo che gli articoli su questo sito riuscissero sempre a insegnare o ispirare, usando un linguaggio comprensibile a chiunque.
Ora FotoComeFare è uno dei siti più visitati (se non il più visitato) tra quelli che insegnano la fotografia in Italia. Da un blog con un solo autore (me stesso), è diventato un sito con un’intera redazione.
Spero di poter continuare su questa strada e di continuare ad aiutarti a comunicare con le migliori foto possibili.

Chi c'è dietro FotoComeFare?



authorMi chiamo Alberto Cabas Vidani, sono un informatico per formazione e un fotografo per passione.


Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per condividere le conoscenze che avevo acquisito e che continuo ad acquisire su fotografia digitale e fotoritocco.


Voglio rendere queste conoscenze accessibili a chiunque, anche ai principianti assoluti.


Per contattarmi, vai alla pagina dei contatti.


Privacy Policy

© 2010-2014 FotoComeFare, tutti i diritti riservati / Cabas Vidani Alberto, vicolo della Sedima, 23 - 34076 Romans d'Isonzo (GO)
P.IVA 01139850315, CF CBSLRT82C07F356B, numero REA GO-75162
N° fax +3904811901128

FotoComeFare partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Sprintrade network.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni