Quante volte sei rimasto a bocca aperta di fronte a una splendida foto di un tramonto? E quanto ardentemente desideri realizzare foto così belle?

Questo articolo spiega come fare.

Ci sono due momenti nella giornata che devono essere prediletti dai fotografi, soprattutto da chi fotografa paesaggi o, in genere, scene all’aperto. Si tratta di due intervalli di circa un’ora che costituiscono le cosiddette golden hours.

Golden hour(s) [Explore] by nillamaria, on Flickr
Creative Commons Creative Commons Attribution-Share Alike 2.0 Generic License   by  nillamaria 

La prima golden hour si estende da circa mezz’ora prima a circa mezz’ora dopo l’alba. La seconda da circa mezz’ora prima a circa mezz’ora dopo il tramonto.

Durante queste due ore, la luce solare è tale da dare molto più fascino alla scena fotografata.

È facile convenire con ciò osservando alcuni esempi di foto scattate durante la golden hour o pensando a quanto spesso abbiamo cercato di realizzare foto di tramonti.

La luce, durante la golden hour, tra gli altri porta i seguenti vantaggi:

  • il colore della luce (“golden”, dorato) rende i colori più caldi, più intensi;
  • il cielo offre sfumature dal giallo, al rosso, fino al viola che sono spesso veramente emozionanti;
  • l’inclinazione della luce solare dona agli oggetti fotografati un’aura luminosa a seconda dell’angolazione da cui fotografiamo (qui numerosi esempi);
  • dopo il tramonto, il blu chiaro del cielo e le prime luci accese rendono molto spettacolari le foto che includono gli edifici;
  • se è presente uno specchio d’acqua si possono creare interessanti giochi di riflessi, sia sfruttando la luce del Sole sia l’illuminazione artificiale.

Quindi, un consiglio fondamentale per chi vuol fotografare paesaggi (ma anche in generale per chi è solito fotografare all’aperto) è di abituarsi a sfruttare la golden hour.

Generalmente, tra alba e tramonto, è da preferire la prima, tranne nel caso in cui si voglia giocare con le luci degli edifici, che all’alba saranno probabilmente spente.

Inoltre, è da tenere in considerazione che la luce, durante la golden hour, migliora nelle stagioni più fredde.

Nonostante gli indubbi vantaggi, anche la fotografia durante la golden hour nasconde delle insidie:

  • se vogliamo sfruttare le migliori condizioni, ovvero alba e stagione fredda, uscire a fotografare durante la golden hour, può diventare molto faticoso (ma, come dicono gli americani, “no pain, no gain“, nessun guadagno senza dolore);
  • l’intensità della luce disponibile è inferiore a quella che si può avere durante la giornata, perciò spesso dovremo ricorrere a tempi di esposizione più lunghi, quindi ci vorrà un treppiede per evitare foto mosse;
  • la finestra di tempo a nostra disposizione è molto breve (un’ora circa), perciò non possiamo perdere tempo in tentativi, meglio avere individuato la scena da fotografare in anticipo.

Per concludere, ti consiglio un ottimo strumento on-line: golden hour calculator. Si tratta di un sito che fornisce l’orario esatto della golden hour, in base alla località in cui ci troviamo.

Inoltre puoi anche scaricare un’applicazione per Iphone con le stesse funzioni.

Jogging during golden hour by d26b73, on Flickr
Creative Commons Creative Commons Attribution 2.0 Generic License   by  d26b73 

D’ora in poi, quindi, sii pronto a saltare la cena o ad abbandonare il tepore delle coperte, se vuoi dare una marcia in più alle tue foto di paesaggi!

Trovi numerosi altri consigli di semplice attuazione sulla fotografia all’aperto in tutti e tre i volumi de Il libro della fotografia digitale, sia riguardo alla strumentazione, che alle tecniche, che alle buone pratiche.

Ti lascio con una domanda: se hai già provato a fotografare durante la golden hour qual è stata la tua esperienza? Condividila con me e gli altri lettori nella sezione commenti.