I modi flash: usare il flash incorporato

I modi flash: usare il flash incorporato

Praticamente tutte le macchine fotografiche vengono vendute con un flash incorporato.

Nonostante la qualità di questo flash sia piuttosto deprecabile, ci sono delle situazioni in cui, se vogliamo portare a casa delle foto, siamo costretti a usarlo. Pensiamo, ad esempio, alle foto scattate alle feste, sia all’aperto, di sera, che al chiuso.

È opportuno, quindi, conoscere i vari modi flash per farne un uso attento. Andiamo quindi a descriverli.

I nomi che userò in questo articolo per i vari modi flash sono piuttosto generici. Tuttavia, la disponibilità di ciascun modo dipende dal modello di macchina fotografica. Alcuni modi menzionati, di conseguenza, potrebbero non essere presenti sulla tua macchina.

Modo flash auto

Si tratta del modo predefinito nei modi di scatto automatici. Come puoi intuire, è il più immediato: quando il soggetto inquadrato è sottoesposto o la scena è complessivamente troppo buia, il flash si apre e scatta al momento della pressione del pulsante di scatto.

Modo flash riduzione occhi rossi

Questo modo si spiega da solo. Quando viene usato, l’accensione di un illuminatore precede lo scatto del flash, riducendo l’effetto occhi rossi. Da usare, ovviamente, quando si fotografano persone con il flash. Talvolta non garantisce la soluzione al problema degli occhi rossi.

Modo flash slow sync

Il modo slow è piuttosto interessante, ma necessita di una premessa.

Solitamente, quando si usa il flash, il tempo di esposizione selezionato dalla macchina è molto breve (al massimo 1/250 di secondo). La durata della luce emessa dal flash è ancora più breve.

Di conseguenza, se stiamo usando il flash nella solita situazione in cui la luce ambientale è poca, avremo gli oggetti più vicini all’obiettivo illuminati dal flash e lo sfondo molto scuro o totalmente nero.

Questo perché il tempo di esposizione breve non permette di acquisire sufficiente luce dalle zone poco illuminate della scena (se questo discorso non ti risulta chiaro ti può essere utile l’articolo sul tempo di esposizione).

Quando si utilizza il modo flash slow, la macchina imposta il tempo di esposizione a un valore più lento, in maniera da ottenere un’esposizione migliore anche per le zone che altrimenti rimarrebbero al buio.

Così descritto, sembrerebbe il modo flash perfetto, che permette di avere soggetti in primo piano illuminati e sfondi ben esposti.

Purtroppo non è così. Il tempo di esposizione, in queste situazioni, risulterà molto probabilmente troppo lento per uno scatto a mano libera.

Dovremo allora appoggiare la macchina su un supporto stabile e applicare qualcuna delle tecniche per evitare foto mosse. Oppure, potremo “abbracciare” questa limitazione e sfruttarla per creare foto artistiche come nell’esempio qui vicino.

Modo flash rear curtain (o second curtain) sync

Curtain, in inglese, significa tenda o sipario. Nel caso di questo modo flash, il sipario di cui parliamo è il diaframma.

Quando esso è selezionato, il flash scatta prima che il diaframma si chiuda. Negli altri modi, al contrario, il flash scatta appena il diaframma si apre.

Nel modo flash rear curtain, quindi, la luce ambientale viene “registrata” dal sensore prima che il flash colpisca il soggetto in primo piano.

Quando il tempo di esposizione è sufficientemente basso (sotto 1/60 di secondo circa), oggetti e luci in movimento creano delle scie che terminano nel momento in cui il flash scatta, “congelando” la scena. Si possono così ottenere risultati simili a quelli che vedete nell’immagine qui accanto.

Conclusioni

A seconda del modello di fotocamera, i modi flash appena elencati possono essere combinati: possiamo così avere il flash auto con la riduzione occhi rossi, oppure flash auto + slow e così via.

I modi flash disponibili dipendono dal modo di scatto selezionato. Per la lista corretta, devi fare sempre riferimento al manuale della tua macchina fotografica.

È tutto chiaro? Se hai domande inserisci un commento qui sotto: chiarirò i tuoi dubbi!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Autore: Alberto Cabas Vidani

Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per divulgare la fotografia digitale. Ho fatto in modo che gli articoli su questo sito riuscissero sempre a insegnare o ispirare, usando un linguaggio comprensibile a chiunque. Ora FotoComeFare è uno dei siti più visitati (se non il più visitato) tra quelli che insegnano la fotografia in Italia. Da un blog con un solo autore (me stesso), è diventato un sito con un'intera redazione. Spero di poter continuare su questa strada e di continuare ad aiutarti a comunicare con le migliori foto possibili.

  • Franco

    Modo flash rear curtain, c'è nelle nuove macchine fotografiche compatte, tipo quelle della samnsung?

    • Mi dispiace, ma non so risponderti, potrebbe essere che in alcune ci sia e in altre no. Prova a cercare su Google:
      nomemacchinafotografica rear curtain
      di solito nei primi risultati ottieni la risposta.

  • Fra

    Nella Canon 1000D dove trovo le impostazioni del flash? Comunque il blog è molto interessante e utile! complimenti!

    • Alberto Cabas Vidani

      Grazie dei complimenti. Dovrebbe esserci un pulsante con il simbolo di una saetta.
      Comunque puoi guardare sul manuale: http://www.canonclubitalia.com/public/forum/Manuale-EOS-1000D-Italiano-file199.html

      • Fra

        Si hai ragione c’è il tasto con la saetta ma serve per aprire il flash. Non riesco a trovare invece il modo per selezionare i vari modi del flash che sono spiegati in questo post :)

        • Alberto Cabas Vidani

          Io, tenendo premuto quel pulsante, posso cambiare le modalità del flash ruotando la ghiera che regola l’apertura. Però, ho una Nikon, ti conviene guardare sul manuale.

          2012/7/31 Disqus

          • Fra

            Ho guardato anche sul manuale, mi sa che non si può su questa macchina. :)

          • Alberto Cabas Vidani

            Ho dato un’occhiata.
            Nel manuale che ti avevo linkato, a pagina 116 sono descritti alcuni controlli che potrebbero tornarti utili per impostare alcune delle cose che ho descritto.
            Se inoltre cerchi red eye nel manuale, trovi la voce del menù per attivare la riduzione occhi rossi.

          • Fra

            L’attivazione della riduzione occhi rossi l’avevo trovata ma il resto no. Gentilissimo!! Grazie mille davvero, e complimenti ancora per il blog

  • sere

    ho trovato queste pagine per caso…ma ora non posso che dirti grazie…grazie di condividere le tue conoscenze/esperienze con gli altri che come te amano , chi da meno chi da più tempo, la fotografia; non è da tutti….

    • Alberto Cabas Vidani

      Bè, grazie delle tue parole!

Chi c'è dietro FotoComeFare?



authorMi chiamo Alberto Cabas Vidani, sono un informatico per formazione e un fotografo per passione.


Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per condividere le conoscenze che avevo acquisito e che continuo ad acquisire su fotografia digitale e fotoritocco.


Voglio rendere queste conoscenze accessibili a chiunque, anche ai principianti assoluti.


Per contattarmi, vai alla pagina dei contatti.


Privacy Policy

© 2010-2014 FotoComeFare, tutti i diritti riservati / Cabas Vidani Alberto, vicolo della Sedima, 23 - 34076 Romans d'Isonzo (GO)
P.IVA 01139850315, CF CBSLRT82C07F356B, numero REA GO-75162
N° fax +3904811901128

FotoComeFare partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Sprintrade network.