Le linee orizzontali nella composizione: calma e stabilità

Le linee orizzontali nella composizione: calma e stabilità

Prova a pensare quali elementi orizzontali possono comparire naturalmente in una foto: l’orizzonte, una persona che dorme, un albero abbattuto, un oggetto disteso…

Sono tutti elementi che suggeriscono calma, riposo. Poi possiamo anche pensare al cornicione di una casa o ad un ponte. Questi oggetti sono molto stabili, sono fatti per stare in equilibrio, reggere pesi. Perciò essi ispirano stabilità, solidità.

Analogamente a questi elementi, le linee orizzontali utilizzate nella composizione fotografica servono a indurre nell’osservatore sensazioni di calma e stabilità.

Usare al meglio le linee orizzontale nella composizione fotografica

Simmetricamente a quanto abbiamo visto per le linee verticali, un modo naturale di enfatizzare le linee orizzontali è quello di orientare la macchina fotografica proprio in orizzontale, ovvero con il lato lungo verso il basso.

In questo modo, alle linee viene lasciato spazio per estendersi ed esercitare appieno la loro funzione. Orientare la macchina fotografica in verticale può essere comunque una buona soluzione, soprattutto se vogliamo creare una sensazione di contrasto spezzando le linee.

È sempre una buona idea, inoltre, fare in modo che le linee orizzontali siano effettivamente orizzontali. Cerchiamo quindi di tenere la fotocamera ben dritta. Altrimenti potremo riparare con un programma di elaborazione delle foto digitali.

Ovviamente, la regola dei terzi si può applicare in combinazione con l’uso delle linee orizzontali.

A questo scopo, allineiamole con la linea orizzontale che individua il terzo superiore o con quella che individua il terzo inferiore. Una linea orizzontale predominante, come ad esempio l’orizzonte, posizionata esattamente al centro della foto può spesso rendere la foto banale.

La ripetizione di linee orizzontali scandisce la foto dal basso verso l’alto creando ritmo e conducendo l’occhio dell’osservatore all’interno della foto.

Anche se l’uso appropriato delle linee orizzontali può avere un effetto benefico sulla composizione, può essere molto utile introdurre sempre qualche elemento in grado di spezzarle.

Proprio perché le linee orizzontali suggeriscono calma e quiete, se non vi è presente nulla che aggiunga un po’ di varietà alla composizione, essa risulterà probabilmente “noiosa“.

Allenarsi a vedere e usare le linee orizzontali

Forse ti è già capitato che qualche foto ti sia riuscita particolarmente bene, proprio perché hai utilizzato correttamente le linee orizzontali e non te ne sei accorto.

Oppure hai dovuto eliminare qualche scatto che invece avresti potuto salvare impiegando correttamente elementi orizzontali che erano presenti nella scena inquadrata.

È importante quindi abituarsi, ogni qualvolta scattiamo una foto, a cogliere le eventuali linee orizzontali a nostra disposizione e ad usarle nel migliore dei modi. A questo scopo, prima di premere il pulsante di scatto, prenditi sempre qualche secondo per osservare attentamente la scena che stai per fotografare.

Come sempre, è anche molto utile studiare le foto di altri fotografi che ci colpiscono e capire quale ruolo eventualmente in esse giocano le linee orizzontali.

Un altro esercizio utile è quello di studiare le nostre foto e capire in quali di esse le linee orizzontali hanno contribuito al risultato finale e in quali altre un uso migliore delle linee orizzontali sarebbe tornato utile.

Ti lascio con una manciata di esempi di foto che fanno buon uso di linee orizzontali: Rules of Composition: Using Horizontal Lines.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Autore: Alberto Cabas Vidani

Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per divulgare la fotografia digitale. Ho fatto in modo che gli articoli su questo sito riuscissero sempre a insegnare o ispirare, usando un linguaggio comprensibile a chiunque.
Ora FotoComeFare è uno dei siti più visitati (se non il più visitato) tra quelli che insegnano la fotografia in Italia. Da un blog con un solo autore (me stesso), è diventato un sito con un’intera redazione.
Spero di poter continuare su questa strada e di continuare ad aiutarti a comunicare con le migliori foto possibili.

Chi c'è dietro FotoComeFare?



authorMi chiamo Alberto Cabas Vidani, sono un informatico per formazione e un fotografo per passione.


Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per condividere le conoscenze che avevo acquisito e che continuo ad acquisire su fotografia digitale e fotoritocco.


Voglio rendere queste conoscenze accessibili a chiunque, anche ai principianti assoluti.


Per contattarmi, vai alla pagina dei contatti.


Privacy Policy

© 2010-2014 FotoComeFare, tutti i diritti riservati / Cabas Vidani Alberto, vicolo della Sedima, 23 - 34076 Romans d'Isonzo (GO)
P.IVA 01139850315, CF CBSLRT82C07F356B, numero REA GO-75162
N° fax +3904811901128

FotoComeFare partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Sprintrade network.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni