Light painting vuol dire “dipingere con la luce” ed è una tecnica fotografica molto utilizzata per ottenere fotografie di effetto utilizzando una qualsiasi fonte di illuminazione, un ambiente buio e lunghe esposizioni per creare composizioni luminose o donare spettacolari luminescenze ai soggetti dei tuoi scatti.

In questo articolo vediamo come realizzare un effetto lighting panting, non pensare che sia una tecnica complessa, potrai infatti realizzare un effetto light painting anche con un cellulare, senza bisogno di costose attrezzature, vedremo anche diversi esempi di fotografie realizzate usando questo particolare effetto di luce con le relative tecniche per realizzarle.

INDICE

 

Come fare light painting

Prima di partire una brevissima introduzione.

Per realizzare uno scatto con la tecnica del light painting, dovrai usare una esposizione lunga o lunghissima e, mentre l’otturatore rimane aperto, muovere davanti alla fotocamera la o le sorgenti di luce che intendi usare.

Tutto ciò che il sensore della fotocamera cattura in questo intervallo di tempo viene registrato sulla foto finale che risulterà avere dei giochi di luce simili alla forma che avrai disegnato utilizzando le fonti luminose scelte.

Il risultato che potrai ottenere potrebbe essere simile a questo:

Lily Lighting

effetto Light Painting su un fiore

L'homme qui reflechit

effetto Light Painting su una panchina

hideaway

effetto Light Painting circolare su una persona

Video corso Light Painting

Sei interessato a realizzare fantastiche fotografie con la tecnica del Light Painting? In questo articolo trovi tutte le best practice ed i nostri consigli, ma il metodo migliore è senza dubbio quello di imparare sul campo con la guida di un professionista.

Maria Saggese è sicuramente uno dei più importanti esponenti di questa tecnica in Italia, collabora con brand del calibro di Huawei, ha organizzato il primo evento di lightpainting in Italia con scatti mozzafiato ed ha ideato un video corso accessibile a tutti.

Se vuoi imparare tutto quello che c’è da sapere su questa tecnica ti consiglio di darci un’occhiata, cliccando sull’immagine qui sotto o su questo link, potrai vedere anche le straordinarie foto di Maria, così da avere un’idea di cosa è possibile realizzare.

Videocorso Light Painting

Videocorso Light Painting

Quale equipaggiamento usare per il light painting

Nonostante realizzare fotografie con la tecnica del light painting non richiede investimenti in attrezzatura, ci sono comunque dei requisiti minimi da rispettare, così da ottenere degli effetti da lasciare a bocca aperta.

Vediamo quindi di cosa hai bisogno per realizzare un effetto di lighting painting:

Fotocamera con posa “B”

Prima di tutto, requisito imprescindibile è una fotocamera con la modalità bulb. Ho già parlato di questa modalità negli articoli sulla fotografia notturna . Grazie ad essa, hai la possibilità di decidere sia il momento in cui si apre l’otturatore fotocamera, sia il momento in cui si chiude, mentre solitamente puoi scegliere solo quando si apre e il tempo di esposizione determina quando si chiude.

Nel periodo che intercorre tra l’apertura e la chiusura dell’otturatore, il sensore della fotocamera cattura qualsiasi cosa “veda”. La modalità bulb i permette quindi di apre l’otturatore dipingere quello che vuoi usando la luce, e richiudere l’otturatore quando è finito.

Tutte le reflex digitali soddisfano questo requisito. Per quanto riguarda gli altri tipi di fotocamere digitali, bisogna valutare modello per modello . Con una rapida ricerca su Internet o sul manuale della fotocamera puoi scoprire se esiste una modalità chiamata Bulb o solamente B.

Qualora la tua fotocamera non sia dotata di questa modalità, potrai sperimentare il light painting usando l’esposizione più lunga che essa permette . Per questo dovrai usare il modo a priorità di tempi o il modo manuale ed allungare il più possibile il tempo di esposizione. Probabilmente avrai un limite massimo di 30 secondi.

Se invece utilizzi uno smartphone, puoi usare apposite APP che vedremo più avanti e ti permettono di emulare il bulb per ottenere fotografie utilizzando il lighting painting. In questo modo potrai utilizzare il tuo telefono Android o iPhone per realizzare fotografie con la tecnica del light painting.

Cavalletto o supporto analogo

Secondo strumento necessario per il light painting è un supporto stabile per la fotocamera , visto che dovrai usare tempi di esposizione nell’ordine delle decine di secondi o dei minuti. Ovviamente, la soluzione più indicata è un treppiede. In alternativa va bene qualsiasi altra superficie di appoggio, l’importante è avere la sicurezza che la fotocamera rimarrà immobile durante tutto il tempo in cui l’otturatore starà aperto.

Questo servirà per scongiurare un fastidioso effetto mosso, inevitabile se dovessi utilizzare la fotocamera a mano libera con lunghi tempi di posa.

Scatto remoto

L’ultimo pezzo di attrezzatura fotografica che ti può servire è un telecomando per lo scatto remoto , con il filo o a infrarossi. Non è necessario al 100%, ma torna molto comodo. Nel caso non ce l’avessi e non potessi procurartelo, potrai dunque ricorrere allo scatto ritardato, quello con il conto alla rovescia che di solito si usa per gli autoritratti.

Fonte luminosa

Ovviamente, oltre all’equipaggiamento fotografico, devi procurati anche qualcosa per fare luce. Gli strumenti più semplici sono le tipiche torce che si tengono in casa o gli accendini. Più ne hai, meglio è.

Fonti di luce con caratteristiche diverse saranno per te come i diversi pennelli e colori a disposizione di un pittore; tecnicamente ogni fonte di luce ha una temperatura colore diversa e questa restituisce un diverso colore quando la fotografia viene impressa sul sensore della tua macchina fotografica.

Per cominciare e prendere mano, meglio limitarti a una singola fonte di luce, come una semplice torcia elettrica.

Infine, come puoi intuire, durante la tua opera di pittura con la luce devi stare davanti all’obiettivo. Per evitare di comparire nelle foto devi cercare di indossare vestiti scuri, possibilmente neri ed opachi, così da non venir catturato dall’obiettivo.

Il luogo giusto per il light painting

Ovviamente, per usare questa tecnica devi trovarti in un luogo buio o comunque con pochissima luce. Può trattarsi di un luogo all’aperto di sera tardi o di notte, al chiuso invece basta evitare che la luce entri dalle finestre. C’è poi un paio di altre cose a cui porre attenzione.

Devi infatti controllare che nell’inquadratura non entrino superfici chiare o riflettenti . Questo potrebbe portarti a dover escludere alcuni luoghi ad esempio troppo piccoli o in cui eventuali oggetti di disturbo non possono essere spostati.

Infine, se scegli un luogo in cui non hai alcun controllo sulla quantità di luce disponibile, fai in modo che non sia proprio buio pesto. Un filo di luce ti aiuterà a muoverti più agilmente ed a scegliere correttamente l’inquadratura.

Come fotografare usando la tecnica del light painting

Una volta procurata l’attrezzatura e scelta la location, puoi finalmente procedere a fotografare.

La procedura è molto semplice. Prima di tutto imposta la fotocamera :

  • ISO al minimo, in modo da avere meno disturbo possibile;
  • Modo manuale con tempo su posa “B” o “bulb”;
  • Disattiva lo stabilizzatore, lavorando su cavalletto non ne hai bisogno e potrebbe creare problemi;
  • Apertura non necessariamente ampia, anzi potrebbe andar meglio un’apertura focale minima per ridurre la quantità di luce che entra nella fotocamera e aumentare la profondità di campo. Indicativamente da 11 in su;
  • Scatto remoto attivato (o in alternativa scatto ritardato).

Inoltre, al buio, o quasi, risulterà impossibile mettere a fuoco in automatico. Se ti trovi in una stanza in cui puoi accendere la luce, accendila per il tempo necessario a mettere a fuoco e usa una delle tecniche descritte nell’articolo sugli autoritratti per mettere a fuoco. Attiva poi la messa a fuoco manuale e non toccarla più.

Se invece devi rimanere al buio, metti una luce alla distanza dalla fotocamera a cui ti posizionerai per la foto, metti a fuoco su quella luce e poi attiva la messa a fuoco manuale.

Eventualmente, puoi anche usare un calcolatore della profondità di campo e determinare così le impostazioni da usare e la distanza a cui posizionarti per ottenere una foto a fuoco, alcuni obiettivi hanno la scala della distanza di messa a fuoco sul barilotto.

Ovviamente, prima di mettere a fuoco dovrai comporre la scena e mettere la fotocamera su un treppiede o sul supporto che hai scelto.

A questo punto puoi scattare. Se hai un comando remoto, mettiti in posizione e premi il pulsante di scatto, altrimenti premi il pulsante sulla macchina (che sarà in modalità scatto ritardato) e spostati velocemente nel punto da cui vuoi cominciare a dipingere con la luce.

Ogni gesto che fai muovendo la fonte di luce viene “scritto” sulla foto.

Puoi così creare composizioni complesse accendendo e spegnendo la tua fonte di luce e spostandoti da un punto all’altro con la luce spenta . Se ti muovi velocemente, la tua figura non verrà registrata.

Ghost performer

effetto Lighting Painting al pianoforte

Una volta finito, premi il pulsante di scatto sul comando remoto o sulla fotocamera per chiudere l’otturatore.

Consigli per modificare il fascio luminoso

Come puoi vedere dalle foto in questo articolo o da qualsiasi esempio di light painting su Internet, è difficile trovare due foto in cui il fascio di luce sia il medesimo. Dopo i primi esperimenti semi-casuali, vorrai avere maggiore controllo sulla luce, ecco allora alcuni consigli su come alterare il fascio di luce in maniera precisa.

Innanzitutto, puoi usare sorgenti di luce dai diametri più disparati . Più grande il diametro, più grosso sarà il fascio di luce.

In secondo luogo, l’intensità del fascio non sarà determinata solo dall’intensità della sorgente di luce ma anche dalla velocità con cui la muovi . Infatti, muovendo la luce più velocemente otterrai un fascio più debole, muovendola lentamente, o addirittura tenendola ferma, renderai la luce molto più abbagliante.

Splendidi effetti si possono ottenere con luci di colore diverso . Non è difficile procurarsi luci dai colori più disparati, ma, se vuoi modificare il colore di una luce bianca, è sufficiente usare un foglio trasparente, o almeno semitrasparente, di qualsiasi colore, posizionando la luce dietro di esso.

Senza titolo

Come rendere i soggetti illuminati alle foto che sfruttano il light painting

A mio parere, le immagini che più colpiscono sono quelle che includano non solamente giochi di luce ma anche dei soggetti almeno parzialmente illuminati, esistono diversi modi per ottenere questi risultati.

Innanzitutto, se fotografi in un luogo non completamente buio, tutto ciò che rimane fermo per un tempo sufficiente rimarrà impresso nell’immagine. Non c’è una regola che stabilisce un tempo esatto, è necessario sperimentare ed effettuare diverse prove.

Alcuni elementi che determinano il tempo necessario sono:

  • La potenza della fonte luminosa;
  • La direzione della fonte luminosa rispetto alla macchina fotografica;
  • Il diaframma utilizzato.

Oppure, invece che puntare la luce verso la fotocamera, affinché un oggetto risulti visibile puoi illuminarlo.

Molti, ad esempio, “spennellano” i soggetti che voglia rendere visibili, o solo parti di essi, con la luce per un breve intervallo di tempo. In questo modo solo le parti illuminate risulteranno visibili nella foto. Un esempio di questo metodo è nell’immagine qui sotto.

Light Graffiti - Goku

Infine, puoi usare uno o più flash, facendoli scattare manualmente.

Tutti i flash hanno un pulsante sul dorso che permette di emettere un lampo manualmente, sfruttando questa funzione puoi illuminare ciò che desideri con una luce molto intensa e quindi farla comparire nell’immagine finale. Un esempio qui sotto.

Come puoi vedere la modella è completamente illuminata, lo sfondo è invece completamente nero e sono stati creati degli effetti di luce che la contornano, con un ottimo utilizzo della tecnica di lighting painting.

Light dressing

Attrezzature speciali per risultati fantascientifici

Ora guarda queste foto:

Will Of The Fire

Bunker Under Full Moon

Senza titolo

Labyrinth Light

Ebbene, anche queste sono foto realizzate con la tecnica del light painting. Il trucco, qui, consiste nell’usare fonti di luce decisamente diverse da una banale torcia.

Esistono molte possibilità, e non si tratta nemmeno di nozioni costose. Ecco alcuni strumenti alternativi per il light painting che ho scoperto indagando in giro:

  • fibra (o filo) elettroluminescente;
  • luci di Natale;
  • candele;
  • laser;
  • fasci di led;
  • lana di acciaio;
  • spade laser 😀;
  • schermi di cellulari, eventualmente coadiuvati da applicazioni che producono determinati colori.

APP per realizzare effetti light painting con il cellulare

Come ho detto all’inizio, in mancanza di una macchina fotografica puoi utilizzare anche il tuo cellulare per ottenere fantastici effetti di light painting, la risoluzione non sarà ovviamente la medesima nell’utilizzare una macchina professionale, ma è un ottimo modo per sperimentare a costo zero.

APP Light Painting per Android

  • Manual Camera Lite: DSLR Camera Professional

Questa APP per Android ti permette di utilizzare la posa “B” sul tuo cellulare, in modo da avere dei tempi abbastanza lunghi per permetterti di ottenere degli ottimi effetti con il light painting. La versione gratuita ha un limite riguarda ai megapixel delle foto (limitati ad 8) ed alla lunghezza dei video (massimo 5 minuti).

Prezzo: Gratuita
Link: GooglePlay Versione LITE

  • Manual Camera: DSLR Camera Professional

È la versione a pagamento con tutte le funzionalità sbloccate, ideale se vuoi quel qualcosa in più per scattare. Gestisce la registrazione video 4k UHD.

Prezzo: € 4,29
Link: GooglePlay Versione PRO

APP Light Painting per iPhone ed iPad

  • NightCap Camera

Una fotocamera per Apple iPhone studiata espressamente per realizzare fotografie in notturna o comunque con tempi di scatto molto alti ed ovviamente perfetta per foto da realizzare con la tecnica light painting. Disponibile anche su iPad.

Prezzo: € 2,99
Link: Apple AppStore

  • Slow Shutter Cam

Questa APP, compatibile con iPhone ed iPad è stata nominata per la “Best App Ever Award – Best Photo App” e, come puoi ben campire dal nome, serve appositamente a scattare con lunghi tempi di posa, così da avere fantastiche foto dall’effetto “scia” ed, ovviamente, in lighting painting.

Prezzo: € 1,99
Link: Apple AppStore

 

Alcune risorse aggiuntive

Se cerchi light painting su Internet, troverai e una pletora di tutorial e soprattutto numerosissime collezioni da cui trarre ispirazione.

Io ti posso consigliare di andare a vedere i siti e i singoli articoli qui sotto, in lingua inglese ed in italiano, che ho visitato durante la preparazione di questo articolo: