Questo sito è dedicato ad appassionati di fotografia, anche e forse soprattutto alle prime armi. La foto che ho scelto oggi è stata inviata da Gerardo ed è la sua prima foto in assoluto. Un mio incoraggiamento preventivo va quindi a Gerardo e a tutti coloro che si cimentano per la prima volta in questa bellissima arte!

La tua foto

Gerardo, la prima cosa che ho apprezzato della tua foto è che ho subito pensato che si trattasse di una bicicletta e del suo lucchetto, nonostante il taglio molto stretto la rendesse una foto quasi astratta. Forse non lo è, forse è una ringhiera pitturata a mano o qualsiasi altra cosa, quello che mi è piaciuto è stato il fatto di mettere in moto la mia immaginazione.

Essendo il tuo primo scatto, spero tu prenda quello che scriverò non come una critica demotivante ma come un punto di vista di qualcuno che cerca di darti qualche (si spera) utile suggerimento.

Composizione

Dal punto di vista compositivo la tua foto presenta alcuni problemi.
Lo sfondo gradevolmente sfocato effettivamente isola il primo piano ma questo non è identificabile in un soggetto, semplicemente si tratta di due oggetti che entrano ed escono dal riquadro senza lasciare molto all’osservatore.

La catena è esattamente al centro, scelta a mio avviso da prendere in rare occasioni, ad esempio quando abbiamo a che fare con una simmetria, nella tua foto invece la catena divide in due la foto sbilanciandola, perché a sinistra ci ritroviamo il tubo viola e a destra solo sfondo. Tieni anche conto che dal punto di vista dei “pesi” una zona chiara è visivamente più pesante di una scura, quindi tutta la tua parte sinistra è molto prevalente.

Le linee presenti (tubo e catena) sarebbero potute essere sfruttate per comporre uno scatto più dinamico, ad esempio posizionando il tubo viola in modo che entrasse esattamente dall’angolo superiore sinistro ed inclinando la macchina per far uscire la catena dall’angolo superiore destro.

Rimane ad ogni modo il problema principale: non hai incluso un vero punto di interesse.

Esposizione

Si tratta indubbiamente di una foto ad altissima gamma dinamica. La differenza in termini di luminosità è davvero notevole, infatti si perdono dettagli sia nel verde in background, sia nel cielo, sia nella parte in ombra del tubo.

La catena è sicuramente esposta correttamente, le piccole zone bruciate sui vari anelli sono accettabili allo stesso modo dei punti luce nelle foto notturne. Direi quindi che, come compromesso e senza voler utilizzare tecniche particolari, la tua Finepix 2950 abbia misurato abbastanza bene la luce.

Messa a fuoco

La scarsa profondità di campo che hai ricercato ha correttamente sfocato lo sfondo, allo stesso tempo hai tenuto a fuoco sia il tubo che la parte anteriore della catena. La parte posteriore della catena ha già un inizio di sfocatura, questo dona una sensazione di tridimensionalità allo scatto.

Trovo comunque che la zona nitida del tuo scatto, visualizzata al 100%, non sia così nitida come sembra e questo penso sia dovuto ad un tempo di scatto, 1/15 di secondo, relativamente lungo per gli scatti a mano libera.

Siccome hai scattato ad ISO 100, ti suggerisco la prossima volta di provare a 200 o 400 in modo da ottenere tempi più rapidi.

Bilanciamento del bianco e del colore

Gerardo, ho notato nei dati EXIF che il bilanciamento del bianco scelto in macchina era “tungsten”. Questa modalità serve a contrastare la tonalità di luce gialla che ci “regalano” le lampadine a filamento incandescente tipiche delle foto in interni ma all’aperto quello che ottieni è una dominante blu. Puoi infatti vedere, sulle parti chiare del cielo e degli anelli della catena, come ci sia una tendenza all’azzurro.

Se proprio non te la senti di scattare in RAW (ammesso che la tua macchina lo consenta) ricordati di lasciare la modalità AWB automatica oppure modificala proattivamente ogni volta che cambi situazione di luce.

Qui, una modalità differente come “luce diurna” o “nuvoloso” avrebbe scaldato la foto, non ti resta che sperimentare.

Post-produzione

Il programma che hai utilizzato per la post-produzione è Lightroom. Ammetto di non conoscerlo ma il suo motore è lo stesso di Photoshop CS5 che uso io. In base ai dati EXIF mi sembra tu sia intervenuto solamente sul recupero, cercando quindi di ritrovare dettagli nelle zone “bruciate”. Se hai fatto altro faccelo sapere.

Ecco quello che avrei fatto io:

  1. eliminazione del rumore (la tua foto ne soffre particolarmente purtroppo)
  2. correzione del bilanciamento del bianco (c’è un apposito strumento)
  3. aumento della vividezza (per tirare fuori quel bel colore viola e rendere più vivace lo sfondo
  4. inserimento di una vignettatura (visto che al centro ho una bella catena, vediamo di concentrare li l’attenzione di chi guarda)

Commento finale

Gerardo, il mio suggerimento principale è quello di goderti la fotografia.

Se devo indicarti una priorità, sicuramente scelgo la composizione. Dedicati alla lettura su questo aspetto (qui su FotoComeFare troverai tutto ciò che ti serve) e sperimenta molto.

Inserisco qui di seguito due varianti della tua foto. La prima è uguale alla tua ma con il filtro di riduzione del rumore, l’aumento di vividezza, di contrasto e l’inserimento della vignettatura. La seconda, oltre alla post-produzione già elencata prevede anche un piccolo esperimento di differente composizione, giusto per ribadire che la macchina fotografica si può inclinare a piacere.

 

 

Alla prossima!

Emi