La foto di oggi è stata inviata da Alessandro e rappresenta una bella fila di collanine.

I dati di scatto sono: ISO 100 – 50mm –  f1.4 – 1/40. La reflex utilizzata è una Canon EOS 550d.

La tua foto

Alessandro, con la tua foto hai centrato uno dei tipi fotografici che più mi attirano: le texture che rompono il bordo dello scatto e danno l’impressione di estendersi all’infinito.

Fiori, caramelle, spezie o, come in questo caso, collanine si prestano bene a diventare il soggetto di foto molto interessanti. Ci consentono anche di sperimentare tecniche fotografiche che magari non padroneggiamo o che ci piacciono così tanto da utilizzarle alla prima occasione.

Tecniche differenti che tirano fuori anime differenti dalla stessa scena, a patto a mio avviso da non includere mai lo spazio attorno, la fine della bancarella, una porzione di cielo (nella tua foto questo accade nell’angolo inferiore destro ma basta un leggero crop per escludere quella porzione).

Pura texture, a meno che l’elemento estraneo non sia una vera e propria perla, una mano che afferra la collana, un insetto posato sui contenitori di spezie, ecc.

Composizione

Ho riflettuto un po’ sulla composizione migliore per la tua foto e devo dire che di soluzioni me ne sono venute in mente diverse. Sono comunque arrivato alla conclusione che, per il mio gusto, la simmetria sia la soluzione che mi soddisfa di più.

Il motivo: essendo il fiore a fuoco l’unico vero punto di attenzione nella foto e non avendo altri elementi che, seppur fuori fuoco, possono aggiungere significato alla scena, trovo che posizionare la porzione a fuoco nel punto di baricentro generi delle fittizie linee che conducono lo sguardo. E’ risaputo infatti che l’occhio viene attratto dalle zone nitide perché inconsciamente ritenute più importanti ma poi torna ad esaminare quelle fuori fuoco.

Posizionando esattamente al centro il tuo fiore a fuoco sono dell’idea che tu riesca a “forzare” lo sguardo a percorrere la foto almeno fino a quel punto.

Come emerso dai commenti della precedente valutazione, voglio tentare di suggerire qualche spunto per una composizione più forte:

  • tenta alcuni orientamenti e punti di ripresa particolari, ricerca linee, diagonali o sequenze che abbiano un peso o un significato (ad esempio, metti sul piano di fuoco parti di collanine con colori differenti ma che abbiano la stessa forma),
  • utilizza un grandangolo e riprendi la vita attorno alla bancarella, le trattative, i clienti che provano la merce, magari i particolari delle mani che scorrono sulle collanine (un complice ben istruito può garantirti molte occasioni fotografiche),
  • ricorda, se possibile, di includere almeno un punto di attenzione forte ed uno secondario/complementare, anche fuori fuoco, che dia spessore e completi la storia che stai raccontando,
  • infine, tieni sempre bene a mente la regola dei terzi e la sezione aurea, non sono regole obbligatorie (e spesso vanno infrante), ma tenerle a mente durante lo scatto aiuta sicuramente.

Hai un obiettivo molto luminoso, sfruttalo come in questo caso per una scarsa profondità di campo: se riesci a tenere fuori fuoco qualcosa che l’osservatore riuscirà comunque a riconoscere avrai ottenuto sicuramente un bonus.

Bilanciamento del bianco e del colore

In una foto cosi colorata e satura temo sia impossibile valutare perfettamente il bilanciamento di bianco e dei colori a posteriori.

L’unico modo per ottenere uno scatto fedele (sempre che sia importante per te e per lo scopo della foto) sarebbe stato quello di usare un cartoncino di grigio neutro da appoggiare alle collanine durante uno scatto di prova.

Lastolite ne propone uno molto pratico che si piega e si ripone in uno spazio piccolissimo ma puoi farne tranquillamente uno da solo, sul web troverai sicuramente tutte le info.

Esposizione

Mi sembra che la tua foto sia esposta correttamente.

Trovo però che il contrasto, soprattutto nella parte meno luminosa dell’istogramma (per intenderci, dai mezzi toni alle ombre) sia un po’ limitato. Questo rende leggermente slavati i colori che invece meritano di essere valorizzati.

Basta intervenire in post-produzione aumentando i neri o modificando le curve per dare una spinta ai colori.

Commento finale

Arrivo a proporti la mia versione alternativa.

Ho orientato la linea a fuoco in diagonale, con ingresso in alto a sinistra, per forzare l’occhio ad un percorso dall’ alto/sinistra al basso/destra. Sono intervenuto sui neri per aumentare un po’ il contrasto. In generale la ritengo una bella foto, continua a sperimentare.

Alla prossima!

Emiliano