Perché gli obiettivi a focale fissa sono migliori?

Perché gli obiettivi a focale fissa sono migliori?

Per imparare e capire tutte le caratteristiche degli obiettivi e trovare l’obiettivo migliore per te, ti tornerà utile la mia guida: conoscere e scegliere reflex e obiettivi.

Poco dopo aver cominciato a fotografare con la mia reflex digitale, ho saputo che esistevano anche gli obiettivi a focale fissa.

Come abbiamo già accennato nell’articolo sulla lunghezza focale, questi sono obiettivi che coprono una singola lunghezza focale, invece che un intervallo di lunghezze come gli obiettivi zoom.

Per chi è abituato a usare una fotocamera digitale compatta, ma anche una più costosa bridge, può trattarsi di una scoperta sorprendente.

All’inizio, nella mia crassa ignoranza, pensai che gli obiettivi a focale fissa non fossero altro che un retaggio di un antico passato in cui gli obiettivi zoom non esistevano; credevo che potessero interessare solo ai collezionisti o ai fotografi con esigenze artistiche molto particolari. Quanto mi sbagliavo!

Sono molti i motivi per cui un fotografo, anche non professionista, potrebbe preferire un obiettivo a focale fissa. E sono molte anche le situazioni in cui da questi si può trarre vantaggio. Essi hanno anche dei limiti che però in certi casi si trasformano in punti di forza.

In questo articolo, vediamo i motivi principali che, secondo me, dovrebbero spingere a scegliere un obiettivo focale fissa.

Leggeri per le tasche e per la schiena

Anche se il confronto con gli obiettivi zoom non è sempre appropriato, si può dire che a parità di qualità delle foto, gli obiettivi a focale fissa sono più economici di uno zoom. Ovviamente, questo vuol dire confrontare obiettivi nella stessa fascia di prezzo e prestazioni.

Un 18-55 mm costerà sicuramente di meno di un 50 mm, indipendentemente dalla marca. Ma le foto scattate con il più economico 50 mm saranno quasi sicuramente di maggiore qualità rispetto a quelle scattate con il 18-55 mm alla lunghezza focale di 50 mm.

Per ovvi motivi, inoltre, gli obiettivi a focale fissa tendono a essere molto leggeri. Ciò è dovuto al fatto che la loro costruzione è più semplice.

Esistono anche obiettivi a focale fissa piuttosto pesanti, ma si tratta in genere di teleobiettivi da 300, 400 mm o più, riservati principalmente ad alcuni specifici generi fotografici, come la fotografia sportiva e naturalistica. Obiettivi leggeri permettono di affaticarsi di meno durante un’escursione fotografica e, siccome sono spesso anche meno voluminosi, di essere più discreti quando si fotografa (nella fotografia di strada, per esempio, può essere piuttosto utile).

Foto più nitide

L’ho provato di persona. Dopo aver usato inizialmente solo obiettivi zoom, non tra i modelli più performanti, ho acquistato un Nikkor 35 mm.

La differenza di nitidezza tra le foto scattate con gli obiettivi zoom e quelle scattate con il 35 mm, secondo me, è evidente già osservando la foto sul piccolo schermo della fotocamera. Anche la resa dei colori in certi casi sembra molto migliore, come dimostra la foto qui sotto.

glass04 by eddzis, on Flickr
Creative Commons Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 2.0 Generic License   by  eddzis 

Generalmente, confrontati con gli zoom meno costosi, gli obiettivi a focale fissa producono foto molto più nitide, molto più definite. Anche poi confrontandoli con obiettivi zoom di fascia professionale, in certi casi gli obiettivi a focale fissa vincono il confronto. Anche in questo caso, tra i vari motivi, la ragione principale di questa differenza dipende dal fatto che gli obiettivi a focale fissa sono più semplici e quindi è più “facile” ottenere prodotti di qualità (non me ne vogliano i puristi della tecnica, so che è una semplificazione estrema).

Estremamente più luminosi

Un vantaggio inequivocabile e assolutamente prezioso degli obiettivi a focale fissa è che essi possono raggiungere valori di apertura massima non accessibili agli obiettivi zoom. I migliori zoom possono scendere fino a f2.8. Gli obiettivi a focale fissa attualmente in commercio, invece, scendono fino a f1.2. È il caso del Nikkor 50 mm f1.2 e del Canon 85 mm f1.2.

Mirror Mirror  - VoxEfx by Vox Efx, on Flickr
Creative Commons Creative Commons Attribution 2.0 Generic License   by  Vox Efx 

Come abbiamo visto nell’articolo sull’apertura, tra f2.8 ed f1.4 c’è una differenza di due stop. Ciò vuol dire che il secondo dei due valori permette al quadruplo della luce di raggiungere il sensore della fotocamera. A f1.2 la quantità di luce acquisita è ancora maggiore.

Questo implica diverse conseguenze veramente importanti:

  • è possibile scattare foto in ambienti poco illuminati senza aumentare l’ISO,
  • si possono usare tempi di esposizione molto brevi, evitando l’effetto mosso,
  • si può ottenere un bellissimo effetto sfocato, sfocando gran parte della scena, ottenendo effetti molto piacevoli e un perfetto isolamento del soggetto principale.

Perfetti compagni di studio

Molti fotografi con un po’ di esperienza, alcuni un po’ bacchettoni a dire il vero, accusano gli obiettivi zoom di rendere i fotografi pigri. Credo che abbiano ragione.

Sono molte le situazioni in cui usare un obiettivo zoom è necessario. E comunque si ottengono bellissime foto anche con questi obiettivi. Però, spesso, i fotografi, invece che avvicinarsi al soggetto inquadrato, zoomano come se questa azione avesse solo la conseguenza di ingrandire il soggetto.

Come abbiamo accennato nell’articolo sulla lunghezza focale, cambiare lunghezza focale cambia la prospettiva, la distanza percepita tra sfondo e primo piano, l’ampiezza del campo visivo.

Tutti questi elementi alterano la composizione, quindi la lunghezza focale scelta comporta delle specifiche conseguenze nella composizione di una foto.

Invece, usando un obiettivo focale fissa siamo costretti innanzitutto ad abituarci a vedere il mondo a quella precisa lunghezza focale. In questo modo impareremo cosa vuol dire, anche quando useremo nuovamente uno zoom, usare quella lunghezza focale. In secondo luogo, siamo costretti a muoverci per raggiungere il soggetto che vogliamo inquadrare, diventando più intimi con esso e non ricorrendo unicamente a una rotazione del barilotto dell’obiettivo.

Per questi motivi, gli obiettivi a focale fissa possono essere cruciali nel percorso di apprendimento della fotografia.

Allora devo comprare un obiettivo focale fissa?

Alcuni fotografi professionisti usano unicamente o quasi unicamente obiettivi a focale fissa. Chi si specializza in particolari generi fotografici ha bisogno solo di focali in un certo intervallo, per esempio solo teleobiettivi.

Altri invece sostengono che comunque possedendo un obiettivo grandangolare (attorno ai 18 mm), un obiettivo standard (ovvero 50 mm) e un teleobiettivo (attorno ai 100 mm o oltre), si coprono tutte le esigenze di un fotografo.

Prima di capire se queste scelte così estreme possano fare al caso nostro, è necessario sperimentare. Per un principiante, o per un fotografo che comunque non ha ancora una lunga esperienza, secondo me provare almeno un obiettivo a focale fissa può essere veramente utile.

Potrà succedere che in futuro capiremo che il nostro stile di fotografia è assolutamente incompatibile con l’uso di focali fisse. Però, il primo obiettivo a focale fissa che useremo ci permetterà comunque di imparare molto.

Per chi possiede una fotocamera di uno dei due marchi principali (Canon e Nikon) le scelte migliori per cominciare sono gli obiettivi da 35 mm e 50 mm. Si tratta di obiettivi standard, che non rientrano tra i teleobiettivi o i grandangolari, e hanno prezzi decisamente abbordabili.

Nell’articolo Perchè scegliere un obiettivo zoom?, ti spiego invece quali sono i motivi per cui preferire un obiettivo zoom.

Anche Scott Kelby, nel terzo volume del suo Il libro della fotografia digitale, esplora in profondità i vari tipi di obiettivi e i loro utilizzi più consueti. Acquisto veramente consigliato.

Ulteriori letture

Per imparare a distinguere tra i vari obiettivi e quindi saperli scegliere correttamente, ti consiglio la mia guida: conoscere e scegliere reflex e obiettivi.

Un articolo di Ken Rockwell a favore degli obiettivi a focale fissa: Why Fixed Lenses Take Better Pictures

Confronto tra obiettivi zoom e a focale fissa Canon (perfettamente applicabile anche alle altre marche): Zoom vs. Fixed Focal Length (Prime) Lenses – Which to choose?

Un articolo su FotografoDigitale sulla focale fissa: Obiettivi a lunghezza focale fissa; perchè sono migliori.

Approfondimento sulla differenza tra zoom e focale fissa (un po’ prolisso ma efficace): Lunghezza focale degli obiettivi, differenza fra zoom e ottica fissa.

Se hai altri dubbi scrivimi nei commenti: sono pronto a dissiparli!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Autore: Alberto Cabas Vidani

Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per divulgare la fotografia digitale. Ho fatto in modo che gli articoli su questo sito riuscissero sempre a insegnare o ispirare, usando un linguaggio comprensibile a chiunque.
Ora FotoComeFare è uno dei siti più visitati (se non il più visitato) tra quelli che insegnano la fotografia in Italia. Da un blog con un solo autore (me stesso), è diventato un sito con un’intera redazione.
Spero di poter continuare su questa strada e di continuare ad aiutarti a comunicare con le migliori foto possibili.

  • associazioneornitologicapalermo

    tra f1,4 ed f2,8 c'è una differenza di 2 stop e non di uno
    1 1,4 2 2,8 4

    • Alberto Cabas Vidani

      Grazie, chiedo scusa per la svista, correggo subito.

  • giuseppe

    considero questo articolo molto interessante, e prego l’autore di continuare , per gli ingoranti come mè.

    • Alberto Cabas Vidani

      Grazie Giuseppe, non ho nessuna intenzione di smettere ;-)

  • Cab

    com'è possibile che un obiettivo nikkor 35 f1.4 costi 1.600 euro e un 50 mm f1.4 costi 300 e un 85mm f1.4 costi 1000?

  • Domenico Fiordimaggio26

    Molto interessante !

  • shosholoza83

    ciao! per fotografare paesaggi notturni nei freddi inverni nord europei, cosa potrebbe fare al caso mio?

  • achab50

    sia pure intervenendo con gravissimo ritardo, mi pare il caso di sottolineare come nei fissi le lenti siano cementate in una posizione fissa ideale, mentre negli zoom scorrono e variano la posizione relativa. Per preciso che sia il tubo di scorrimento non avrà mai tolleranza zero (non scorrerebbe) e questo in una foto si nota, e molto. Infatti ci sono degli economicissimi 35mm con una qualità inarrivabile anche ai migliori zoom. Personalmente consiglio di “farsi” un 35mm, non è gran spesa, e ci si accorgerà con sorpresa che non lo si vuol più smontare dal corpo macchina. Tutto un altro modo di fotografare, non necessariamente migliore (i gusti vanno rispettati) ma diverso, e non di poco.

    • Sì, grazie, hai ragione. I fissi sono molto interessanti e quando ci fai la mano te ne innamori.

Chi c'è dietro FotoComeFare?



authorMi chiamo Alberto Cabas Vidani, sono un informatico per formazione e un fotografo per passione.


Ho fondato FotoComeFare nel 2010 per condividere le conoscenze che avevo acquisito e che continuo ad acquisire su fotografia digitale e fotoritocco.


Voglio rendere queste conoscenze accessibili a chiunque, anche ai principianti assoluti.


Per contattarmi, vai alla pagina dei contatti.


Privacy Policy

© 2010-2014 FotoComeFare, tutti i diritti riservati / Cabas Vidani Alberto, vicolo della Sedima, 23 - 34076 Romans d'Isonzo (GO)
P.IVA 01139850315, CF CBSLRT82C07F356B, numero REA GO-75162
N° fax +3904811901128

FotoComeFare partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Sprintrade network.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni