Uno degli aspetti meno esplorati nella fotografia digitale è l’immagine scura.

Con le macchine fotografiche digitali abbiamo a disposizione esposimetri integrati, istogrammi, sensibilità ISO incredibili e programmi di elaborazione che rendono molto più semplice di una volta dare alle nostre immagini un’esposizione alta, in ogni situazione di illuminazione.

Questo può far credere ai fotografi di dover esporre tutte le immagini con istogramma neutro, dove si può vedere l’immagine chiaramente, con alcune informazioni in luci, mezzi toni e ombre.

Questo è il risultato che vorrai ottenere spesso, ma non tutte le volte.

Quando utilizzi la priorità di diaframma, la velocità di otturazione o la modalità automatica, l’esposimetro della tua fotocamera ha il compito di settare la scena che inquadri, quale che sia, sui toni del grigio naturale.

Ne risulta la tendenza a scurire scene che hanno molti punti di luce chiari, o quella di rischiarare scene che presentano molti toni scuri.

Il Lago, Central Park – NYC

Il Lago, Central Park – NYC

Per questo motivo, quando fai fotografie in situazioni di oscurità le tue esposizioni possono risultare troppo chiare, come se avessi scattato di giorno. È facile pensare che vada bene così, e spesso è vero, ma a volte tendiamo a dimenticarci che anche una fotografia scura può essere bella.

Non c’è niente di male nel realizzare un’immagine scura, come se fosse stata scattata di notte. E non c’è niente di male nel rendere l’immagine più difficile da distiguere, come si presentava ai tuoi occhi la scena che ti sei trovato davanti quando l’hai catturata.

Per me è stata un’esperienza particolare, quando ho ripreso in mano vecchi libri di fotografie e ho ritrovato immagini che mi hanno colpito, senza capirne immediatamente la ragione.

“Dovrebbero essere più chiare”, ho pensato inizialmente, ma poi ho capito che mi piacevano così. Mi sono reso conto di come quell’oscurità rendesse più naturale l’immagine.

Ho dovuto sforzarmi maggiormente per capire cosa stesse succedendo, e la sensazione mi è piaciuta.

Se quest'immagine fosse stata più chiara avrebbe funzionato lo stesso.

Se quest’immagine fosse stata più chiara avrebbe funzionato lo stesso.

Tecnicamente, per ottenere questo risultato con la priorità di diaframma o la velocità di otturazione devi abbassare la tua compensazione dell’esposizione (+/-) quando stai fotografando soggetti o scene con molti toni scuri. Di solito io la porto a -2/3 o -1 stop e parto da lì a fare aggiustamenti, a seconda della situazione.

Puoi anche fare un passo oltre e utilizzare appieno la modalità manuale per aggirare l’esposimetro della fotocamera. La luce è presente in molte scene buie, quindi spesso si rivela un modo per ottenere bellissimi scatti.

Io uso questo metodo quando scatto di notte, nelle stazioni della metropolitana, nei corridoi e quando faccio fotografie in luoghi chiusi. Puoi scattare in questa modalità anche durante il giorno, sottoesponendo fortemente la tua immagine.

Se fai caso alle immagini di questo articolo noterai che le luci sono rappresentate da toni grigi medi. Questa si chiama “esposizione per le alte luci”, ed è un punto cruciale per creare immagini scure.

Abituati a vedere molti neri scuri e grigi medi. Può aiutarti importare i tuoi file in Lightroom e giocare con l’esposizione per ricavare le sensazioni che possono dare diversi tipi di esposizione.

Quando scatti in situazioni di oscurità, il che significa che probabilmente starai usando un’ISO molto alta, vorrai ottenere un’immagine il più possibile simile all’esposizione in camera. Ma finché stai ancora imparando la tecnica, sperimentare su Lightroom può solo aiutarti a trovare l’esposizione che preferisci.

Scena di vita notturna in strada, East Village, NYC.

Scena di vita notturna in strada, East Village, NYC.

Ma qual è lo scopo di creare un’immagine scura? Ce ne sono diversi.

Innanzitutto, in molte situazioni può dare un senso maggiore di realismo. Le immagini notturne più scure sono accurate, danno all’osservatore la sensazione di essere veramente lì. Possono dare un senso di pericolo, di tranquillità, romantico, spaventoso, strano o contemplativo. Molti sfondi rendono di più con le ombre scure e la vaga illuminazione notturna.

Inoltre, le immagini scure attraggono la vista.

Spesso, in fotografia, i dettagli possono rappresentare un problema, e a volte può essere difficile spingere l’osservatore a guardare con attenzione un’immagine. Le fotografie scure riescono a farlo. Mentre l’osservatore cerca di capirne i dettagli, senza volere, inizia a esplorare l’immagine più approfonditamente.

Quindi, la prossima volta che farai fotografie di notte, o in una zona poco luminosa, pensa a come rendere quelle immagini un po’ più scure.

Scena di vita notturna in strada, East Village, NYC.

Scena di vita notturna in strada, NYC.

Adesso hai rivalutato le foto scure? Vuoi imparare altri trucchi sulla street photography come questo? Ne trovi moltissimi nel mio doppio ebook, ricco di tecniche e suggerimenti: posso garantirti che, dopo averlo letto, le foto di strada non avranno più nessun segreto per te! Lo trovi qui: I fondamenti della street photography.