C’è chi rifugge fotoritocco e post-produzione perché li ritiene falsi, mentre le foto devono essere autentiche.

All’opposto c’è chi usa post-produzione e fotoritocco per partire da una foto e creare un’opera radicalmente diversa, dipingendoci sopra, combinandola con altri scatti, trasformando l’aspetto dei soggetti ritratti.

In questo caso la foto di partenza è solo il primo scalino di un processo creativo che spesso porta a risultati più vicini alla pittura che alla fotografia.

Mi riferisco ad una trasformazione come questa:

screenshot.1

screenshot.3

Questo tipo di lavori non è fine a sé stesso o puro esercizio artistico-tecnico (che comunque non è da disdegnare). Ne puoi trovare tantissimi esempi nella pubblicità, talvolta ben camuffati, e anche nel cinema, ad esempio.

FotografiaProfessionale.it propone un videocorso spettacolare, dedicato proprio a chi vuole imparare le tecniche utili a creare opere fantastiche in Photoshop, partendo da una foto. Si intitola Tecniche avanzate di Post-Produzione estrema, ho avuto modo di guardarlo e qui te ne propongo la recensione.

I contenuti

Le cose da imparare all’interno di questo videocorso sono veramente numerosissime. Dura quasi 4 ore e i contenuti sono molto più densi che in altri corsi di FotografiaProfessionale.it.

Infatti, le foto che ho riportato qui sopra rappresentato il punto di partenza e quello di arrivo dell’elaborazione mostrata passo passo durante il corso. Puoi notare da solo quanti e quali modifiche sono state apportate.

Una prima parte è dedicata all’elaborazione dello scatto iniziale, allo scopo di ottimizzare i due soggetti principali per adattarli al risultato finale.

Nel caso particolare dello scatto considerato per il corso, il docente spiega come esasperare il dettaglio attraverso tecniche, come Accentua passaggio o l’uso del metodo colore LAB, già viste in altri corsi. Ombre e luci vengono poi evidenziate in vari modi anche scolpendo direttamente i soggetti per mezzo degli strumenti Scherma e Brucia (Dodge e Burn).

Questa fase iniziale, ovviamente, è fortemente dipendente dall’uso che vuoi fare della foto di partenza. Quindi, le tecniche mostrate nel corso non possono essere riportate pari pari in qualsiasi lavoro di post-produzione estrema tu voglia fare. Il loro scopo, però, ovvero evidenziare e nascondere dettagli è generico e relativo a qualsiasi lavoro tu voglia fare.

Inoltre, per sottolineare l’interazione tra i soggetti (il pugno), potrai vedere in uso anche strumenti di ritocco morfologico, come liquify, che deformano le immagini.

Segue puoi la fase di creazione della fotocomposizione, in cui i due soggetti principali vengono piazzati su un diverso sfondo. A quest’ultimo vengono anche aggiunte due auto estratte da altri due scatti.

Questa parte di Tecniche avanzate di Post-Produzione estrema, secondo me, è più interessante, in quanto mostra come effettuare uno scontorno preciso e bello da vedere, ma anche come adattare elementi presi da foto diverse in maniera che sembrino appartenere naturalmente alla stessa.

Qui si vede effettivamente risaltare la lunghissima esperienza del docente. Infatti, non solo gli oggetti vengono ridimensionati, ma sono corretti diversi altri aspetti in maniera da renderli più uniformi:

  • viene corretta la prospettiva dello sfondo e delle automobili,
  • vengono ricreate le ombre sotto le automobili,
  • vengono aggiunti i riflessi delle luci sulle auto sui soggetti per adeguarli all’illuminazione dello sfondo e a quella prodotta dai fanali,
  • viene corretto il colore delle auto e dei soggetti per adattarlo all’illuminazione fredda dello sfondo.

In molti casi, viene descritto più di un modo per ottenere lo stesso risultato in maniera da permetterti di scegliere quello che preferisci, perché è più facile, più veloce oppure produce un risultato migliore.

Diversi elementi vengono aggiunti ex novo all’immagine, come dei veri propri effetti speciali. Essi sono:

  • la scia del pugno,
  • le ferite e le macchie di sangue sui soggetti,
  • l’effetto di movimento dato dal pugno,
  • i fanali accesi delle auto,
  • una spirale di luce attorno al braccio che sferra il pugno (poi rimosso dal risultato finale),
  • una scia di fuoco sul braccio che sferra il pugno (poi rimossa dal risultato finale).

Questi effetti speciali vengono aggiunti dipingendo direttamente sull’immagine e trasformando opportunamente la traccia del pennello. Le tecniche usate per creare gli effetti, impiegate in altre foto, offrono una moltitudine di possibilità artistiche e creative.

Conclusioni

Ho trovato Tecniche avanzate di Post-Produzione estrema veramente entusiasmante. Vedere in tempo reale quanto e come l’immagine di partenza viene trasformata ha un che di magico. Inoltre, sapere che tutto ciò è possibile semplicemente grazie a Photoshop, un po’ di creatività e un po’ di pazienza, fa sentire veramente potenti.

Le tecniche descritte, anche se insolite, non sono fini a sè stesse. Questo tipo di effetti speciali e di fotomontaggi è molto sfruttato, per esempio nell’ambito della pubblicità e dello spettacolo. Usati in maniera meno intensiva, possono poi dare un tocco in più anche ad una foto che non verrà completamente trasformata.

Ciò che salta subito all’occhio è l’elevato livello di preparazione del docente, sicuramente una persona a cui rivolgersi per imparare queste tecniche di post-produzione estrema. Inoltre, oltre a dimostrare le sue grandi abilità, il docente è capace di chiarire sempre i perché e il percome di tutti passi seguiti durante l’elaborazione.

Ovviamente, questo non è un corso per tutti. Se usi la post-produzione solamente per migliorare e correggere le foto senza alterarne radicalmente l’aspetto, senza dubbio non ne farai molto. In questo caso però ti consiglio tutti gli altri corsi di FotografiaProfessionale.it che fanno sicuramente al caso tuo (clicca qui per leggere tutte le recensioni).

Per comprare il corso, clicca qui e vai in fondo alla pagina che si aprirà, dove troverai il pulsante per effettuare l’acquisto.

Modalità di pagamento e consegna

Puoi pagare con bonifico bancario, Paypal, carta di credito o PostePay:

Che cos'è PayPal

Come per tutti i corsi di FotografiaProfessionale.it, esiste anche la versione in DVD, ma è più costosa e non ne vedo la convenienza.

Se acquisti questo videocorso, percepisco una commissione che non grava sul prezzo da te pagato. Aiuterai così a mantenere questo sito attivo e gratuito. Grazie infinite anticipatamente.