Nell’infinita ricerca di uno zaino per trasportare l’equipaggiamento fotografico, inizialmente avevo scartato i monospalla. Il motivo era lo stesso per cui escludevo le borse a tracolla: volevo (e voglio ancora) qualcosa da poter portare per molte ore, che bilanciasse bene il peso.

Le borse a tracolla (messenger bag) caricano tutto il peso su una spalla, vanno bene per alcuni utilizzi, ma non per quello che interessa a me: trasportare l’equipaggiamento in viaggio.

In occasione dell’ultima ricerca che ho fatto, però, tra una cosa è l’altra è successo che proprio un monospalla ha soddisfatto la maggiorparte dei miei requisiti. Il modello di cui parlo è il Lowepro Slingshot 202 AW. L’ho trovato usato e l’ho fatto mio.

lowepro-slingshot-202-aw.jpg

Caratteristiche principali

Ecco le caratteristiche più importanti di questo zaino fotografico:

  • peso di soli 0,9 kg,
  • può trasportare una reflex con obiettivo montato più 3 o 4 lenti o un flash,
  • cinghia laterale da agganciare attorno al torace per distribuire il peso,
  • accesso rapido all’attrezzatura con lo zaino ruotato davanti al torace,
  • scomparto per l’attrezzatura completamente configurabile,
  • scomparto superiore per oggetti personali e accessori,
  • copertura anti pioggia,
  • alloggiamento per piccolo treppiede o monopiede,
  • tasca anteriore di generose dimensioni.

Comodità nel trasporto

Se acquisti uno zaino del genere non lo fai per portare in giro un intero studio fotografico. Lo scegli per portare con te agilmente una ridotta selezione di obiettivi e potervi accedere al volo durante un’uscita.

Per me, il dubbio maggiore al momento del suo acquisto era relativo alla sua capacità di distribuire il peso equamente, anche avendo un solo spallaccio. Ho avuto modo di testarlo in una vacanza breve in cui ho camminato per molte ore al giorno.

Il corredo in questa occasione consisteva in: reflex APS-C, 18-105mm, 35mm, 60mm, flash, treppiede economico. Si tratta di un equipaggiamento non pesante, ma lo zaino era ben riempito. Ebbene, la stanchezza si faceva sentire solo lievemente alla fine della giornata, ma nessun dolore come invece succede con una tracolla.

Fondamentale è per me l’utilizzo della cinghia che parte dal basso, dietro la schiena, e si aggancia allo spallaccio incrociando davanti al torace. Grazie ad essa, il peso viene supportato dall’intera schiena, non solo dalla spalla. Qualche volta mi è capitato di dimenticarla sganciata dopo aver estratto la fotocamera ed effettivamente la differenza si sentiva.

Rapidità d’uso

Una cosa che mi piace del Lowepro Slingshot 202 AW, che è sempre più presente nei prodotti di molte marche, è la possibilità di estrarre la fotocamera senza doverlo appoggiare per terra. Basta ruotarlo e l’apertura da cui estrarre la fotocamera si posiziona esattamente a portata delle mani.

Lowepro Slingshot 202 AW (7)

L’apertura laterla dello Slingshot

In situazioni affollate, questa rapidità di estrazione permette di cogliere al volo occasioni che altrimenti perderesti. Inoltre, capita di non trovarsi in una situazione sicura per appoggiare lo zaino ed in questi casi estrarre la macchina la volo è un toccasana.

L’apertura laterale che permette l’estrazione della fotocamera è bloccata da due cinghie, quindi non rischi di aprire accidentalmente l’intero scomparto e far cadere tutti gli obiettivi. Anzi, in molti raccontano che, spingendo un po’, puoi anche sostituire l’obiettivo senza togliere lo zaino dalle spalle e “rovistando” all’interno dello scomparto.

Alloggiamento

Come spesso accade, lo scomparto dedicato all’equipaggiamento è completamente configurabile. Diverse pareti, flessibili ma resistenti, possono essere attaccate e staccate attraverso grazie al velcro.

Così, puoi tranquillamente alloggiare una reflex (anche una full frame con battery grip) su cui hai montato un obiettivo non troppo lungo. Ad esempio, un 70-300mm ci sta.

Per quanto riguarda gli obiettivi, quelli corti possono essere messi in piedi , senza paraluce. Io posso tenerci in piedi il Tamron 60mm macro o il Nikon 18-105mm. Invece, il 70-200mm f2.8 va inserito disteso e occupa in larghezza l’intero scomparto. Come gli obiettivi, anche un flash di dimensioni contenute ci sta in piedi.

Lowepro Slingshot 202 AW (6)

Una D3000 con un paio di obiettivi ed un flash.


Lowepro Slingshot 202 AW (5)

Un allestimento un po’ più intasato con un 70-200 smontato alla base dello zaino.

Il comparto superiore è dotato di un elastico, di una taschina interna con zip e di una tasca in rete (mesh). La forma e le dimensioni ti permettono di buttarci dentro di tutto. Ad esempio, ci ho trasportato anche una bottiglietta d’acqua.

Lowepro Slingshot 202 AW (4)

Nello scomparto superiore ci sta anche un Gorillapod!

Trasporto del treppiede

Con ilLowepro Slingshot 202 AW non puoi trasportare un treppiede pesante, devi accontentarti di un treppiede da viaggio o di uno di quelli da 15€ che compri agli inizi. Altrimenti, puoi trasportare comodamente un monopiede.

Il treppiede viene alloggiato sul fianco dello zaino. Un piede (due se è piccolo) può essere alloggiato in una piccola sacca alla base dello zaino e una fascia di tela molto resistente lo mantiene solidale al corpo dello zaino.

Lowepro Slingshot 202 AW (1)

Zaino pronto con treppiede al fianco.

Utili optional

La sigla AW nel nome di questo zaino sta per All Weather, ovvero “qualsiasi clima”. Infatti, innanzitutto il materiale di cui è composto lo zaino è molto resistente e facilmente lavabile.

Ma, qualora ti trovassi sotto la pioggia battente, è disponibile anche un telo impermeabile che lo riveste completamente. Lo puoi estrarre da sotto e agganciarlo in cima allo zaino.

Lowepro Slingshot 202 AW (2)

La compertura antipioggia dello Slingshot 202 AW.

Infine, nel comparto inferiore è incorporato uno straccio in microfibra per gli obiettivi. L’aperture laterale, invece presenta due piccole tasche per le schede sd di riserva.

Conclusioni

Il Lowepro Slingshot 202 AW è uno zaino che fa per te se:

  • fotografi all’aperto (paesaggio, viaggio, street),
  • non porti con te troppo equipaggiamento,
  • non porti con te lenti giganti, come i tele fissi da fotografia naturalistica,
  • hai bisogno di accesso rapido all’attrezzatura.

Se viaggi ancora più leggero, con una sola lente aggiuntiva o poco più, puoi rivolgerti al modello ancora più piccolo, il Lowepro Slingshot 102 AW LINK. Per un corredo più grosso, c’è il 302 AW LINK. Sono zaini che somigliano in tutto al 202 a meno del volume e quindi della quantità di equipaggiamento trasportabile.

Anche il prezzo dello zaino è accessibile, lo trovi attorno ai 70-80€. Vista la qualità costruttiva e i prezzi per questi “accessori” lo trovo un prezzo assolutamente onesto.

Per comprarlo su Amazon (consegna velocissima e 30 giorni per restituire) clicca qui: