Calibrare il monitor non è una cosa necessaria solamente ai professionisti o ai laboratori di stampa. Anche se sei una amatore, ma vuoi essere sicuro dell’aspetto delle tue foto, hai bisogno di un calibratore.

Cosa succede se lavori con un monitor non calibrato?

Semplicemente i colori, l’esposizione e il contrasto delle foto che elabori sono sbagliati. Se stampi o fai stampare le tue foto, ti ritroverai con immagini che non corrispondono a quello che vedevi. Quando condividi le foto su internet, chi le osserva vedrà qualcosa di diverso da ciò che vedevi tu.

Per fortuna, esiste un’abbondanza di modelli di calibratori dello schermo. Dopo aver provato l’X-Rite Colormunki Smile e l’X-Rite Colormunki Display, in questa recensione/tutorial ti parlerò del modello superiore: l’X-Rite i1 Display Pro.

Caratteristiche e contenuto della scatola

L’i1 Display Pro ha un prezzo di circa 200€ e puoi trovare un’esauriente lista delle sue caratteristiche cliccando qui. Ti riassumo le più importanti:

  • compatibile con Mac e PC (praticamente con tutte le versioni di Windows),
  • puoi anche usarlo per calibrare iPad, iPhone, iPod Touch e alcuni smartphone Android (qui trovi la lista completa),
  • può profilare anche i proiettori,
  • funziona con qualsiasi tipo di monitor (desktop e laptop),
  • dopo la profilatura, può essere usato per regolare la luminosità dello schermo in base alle variazioni della luce ambientale,
  • il software ha una modalità base ed una avanzata, per essere usato sia dai principianti sia da chi ha esigenze più specifiche di gestione colore,
  • misurazione dello schermo rapidissima,
  • misurazione e correzione del contrasto tenendo anche in considerazione il riflesso sullo schermo,
  • misurazione e correzione bilanciamento del bianco,
  • misurazione di luminosità e colore della luce ambientale,
  • test automatizzato di correttezza della calibrazione,
  • test uniformità del display,
  • possibilità di aggiornamento per compatibilità con display futuri.

Nella scatola trovi la guida Quick Start, il CD con i driver ed ovviamente il dispositivo di misurazione (chiamato anche impropriamente sonda). Seguendo la guida e usando il CD puoi installare i driver ed il software di calibrazione in maniera estremamente semplice.

Differenze con il Colormunki Display

L’i1 Display Pro è una versione più avanzata del Colormunki Display. Perciò, la prima differenza è ovviamente nel prezzo. Infatti, il primo costa quasi 200€, mentre il secondo si trova attorno ai 130€.

Quindi, quali sono le differenze tecniche che giustificano l’esborso aggiuntivo?

Trovi un’utile lista di queste differenze sul blog di Mario Boscarol. Riassumendo, questi sono i più importanti vantaggi dell’i1 Display Pro (per gli altri ti rimando al link precedente):

  • possibilità di misurare e impostare la temperatura colore e di impostare la cromaticità,
  • misurazione e impostazione del contrasto,
  • misurazione del monitor 5 volte più veloce,
  • misurazione dell’uniformità del monitor,
  • misurazione del colore della luce ambientale,
  • validazione del profilo tramite software (non “ad occhio”).

Come vedi, si tratta di vantaggi consistenti. Già la misurazione della temperatura colore e del contrasto e la misurazione del colore della luce ambientale secondo me giustificano la differenza di prezzo.

Il software di base è lo stesso, quindi fornisce un’interfaccia molto semplice, a prova di principiante. Non serve essere uno scienziato del colore per usare l’i1 Display Pro, ma se sei uno scienziato del colore troverai le funzionalità che ti servono.

Installazione e calibrazione

Installare il software è veramente banale. Si tratta semplicemente di inserire il cd nel lettore, o far partire il programma di installazione scaricato da internet, e cliccare Avanti un po’ di volte.

Insieme al software verranno anche installati i driver del dispositivo di calibrazione. Perciò, una volta installato, basta collegarlo ad una porta USB e sarà subito installato.

Per farti vedere come funziona la calibrazione con l’i1 Display Pro, ho realizzato un video. Ti faccio vedere tutta la procedura in modalità Base e poi anche le differenze con la modalità Avanzata.

Se non vedi il video, vai a questo link: Recensione X Rite i1 Display Pro.

Per ricevere gli aggiornamenti sull’uscita dei prossimi video tutorial, iscriviti al canale YouTube di FotoComeFare.

Conclusioni

L’X-Rite i1 Display Pro si è dimostrato uno strumento di calibrazione facilissimo da usare, come i suoi fratelli minori, quindi è utilizzabile anche dai fotografi principianti. Allo stesso tempo, gli esperti del colore sono accontentati dalle opzioni e funzionalità aggiuntive della modalità Avanzata.

La domanda più importante è: vale la pena acquistare questo modello più avanzato e costoso invece che i suoi fratelli minori Colormunki Smile o Colormunki Display?

Secondo me, le funzionalità aggiuntive di questo modello valgono sicuramente la differenza di prezzo. La possibilità di agire su temperatura colore, contrasto e luminanza, ti permette di avere la calibrazione del monitor più precisa possibile.

Direi che se sei un fotografo appassionato, pronto a spendere un migliaio di euro per un corpo macchina e cifre simili per gli obiettivi, allora non fare il timido sul calibratore e compra l’i1 Display.

Se invece sei alle prime armi, per ora ti può bastare una calibrazione semplificata. Ti consiglio di leggere le recensioni del Colormunki Smile e del Colormunki Display e scegliere quello che fa per te.