E’ piuttosto controintuitivo, ma se provi a chiedere alla maggioranza degli artisti di successo se i commenti positivi li abbiano aiutati nella loro carriera, ti sentirai rispondere che dagli elogi non si impara niente.

Al contrario, ti diranno che si impara molto di più dai giudizi negativi.

Quando inizi a mostrare al mondo i tuoi lavori, scopri cosa significa ricevere una critica. E’ inevitabile ottenere giudizi positivi e negativi. Il trucco è quello di riuscire a imparare dalle critiche, anziché ignorarle.

Perché le critiche positive non ti aiutano più di tanto

Riesci a ricavare nuove informazioni dalle critiche positive? Sostanzialmente no. Il giudizio positivo ti fa sentire bene, ti dà un grande stimolo a continuare a fare quello in cui riesci meglio, ma fondamentalmente finisce qui.

In generale, dovresti accettare qualsiasi genere di critica. Devi riflettete però su un aspetto: spesso il giudizio positivo è dovuto al fatto che le persone non vogliono ferire i tuoi sentimenti.

Il che è molto carino da parte loro, ma non ti è molto di aiuto, perché è un commento privo di informazioni che ti possano aiutare a identificare e correggere i tuoi errori. Quindi non ti aiutano a migliorare i tuoi lavori.

Foto di Jason Devaun

Foto di Jason Devaun

Cosa ti dà in più la critica negativa?

I commenti negativi, anche se possono sembrare un po’ duri, contengono al loro interno informazioni interessanti.

Che siano espressi con intento benevolo nei tuoi confronti o meno, il fatto che portino alla luce i tuoi errori ti può aiutare molto. Quindi, ogni volta che ti trovi sottoposto a un giudizio negativo, non ignorarlo.

Piuttosto, ascoltalo con attenzione e memorizza (o scrivi) gli errori che ti vengono segnalati, o cosa non è piaciuto di quel che hai fatto. In seguito potrai decidere se è un giudizio realistico o meno.

Per farlo è fondamentale cercare di essere il più obiettivi possibile, perché le emozioni ti ostacoleranno mentre cercherai di decidere se gli errori che ti sono stati segnalati sono effettivamente tali o meno.

Le emozioni qui non dovrebbero avere alcun ruolo: fatti un favore e cerca di stare attento a questa trappola.

Quando affronti un commento negativo, evita di discutere o di metterti a litigare con chi l’ha espresso. Può crearti una brutta fama e ti farà pubblicità negativa, che non è quello che vuoi per la tua carriera.

Dovresti amare le critiche costruttive!

In generale, ogni volta che i tuoi lavori vengono giudicati da un esperto in quel campo, nel nostro caso la fotografia, dovresti esserne contento. Hai molte ragioni per esserlo:

  • Se dedicano un po’ del loro prezioso tempo per commentare i tuoi lavori significa che ti rispettano come fotografo e rispettano quello che fai.
  • Ottieni consigli da un altro fotografo con più esperienza di te, che probabilmente ti aiuteranno a migliorarti nel tuo lavoro.
  • Hai la possibilità di migliorare, in particolar modo riflettendo su cose che al momento dello scatto non avevi considerato.
  • Infine, ti aiuta a fare rete e potrebbe rivelarsi utile in futuro dal punto di vista lavorativo.
Fotografia di Aaron Tyree

Fotografia di Aaron Tyree

Come decidere se vale la pena ascoltare una critica

A seconda di quanto tu sia famoso, alcuni commenti potrebbero essere fuorvianti. A volte può capitare che alcune persone commentino negativamente aspetti positivi del tuo lavoro solo perché sono gelose. Per fortuna succede raramente: la maggior parte delle critiche sono oneste, ogni tanto forse un po’ esagerate, ma nonostante tutto sono sempre utili.

Concentrati sulle critiche comuni

Poniamo che tu abbia ricevuto una dozzina di commenti sul tuo lavoro. Ci saranno aspetti in comune tra le varie critiche. Se diverse persone sottolineano la stessa cosa è probabile che abbiano ragione.

Inoltre, quando questo accade, dovresti fare particolarmente attenzione a quell’elemento e metterlo in cima alla tua lista di priorità delle cose da migliorare, perché se l’hanno segnalato diversi fotografi significa che è un difetto evidente, che verrà notato dalla maggior parte degli osservatori.

Photo by Lukas Wawrzinek

Fotografia di Lukas Wawrzinek

Prova tu stesso

La maggior parte delle volte che ricevi una critica, cerca risolvere il problema. Se il risultato ti piacerà vorrà dire che hai fatto bene ad accettarla.

Comunque tieni presente che a volte, dal punto di vista emotivo, ci leghiamo troppo ai nostri lavori.

E’ per questo motivo che non ci piacciono i cambiamenti che ci vengono proposti successivamente. Proprio per colpa di questo senso di attaccamento. Lascia da parte i tuoi lavori per un paio di giorni e poi riprova a giudicarli: i legami emotivi, dopo le prime 24 ore, tendono ad indebolirsi.

Sii realistico

Non importa quanta esperienza hai o quante tue fotografie abbiano vinto premi, non cadere mai nella trappola mentale di credere di essere il migliore di tutti e che non ti si possa rivolgere nessuna critica.

Anche se fossi il miglior fotografo del mondo, ci sarà sempre qualcosa su cui puoi e dovresti migliorare. Cerca sempre di puntare al meglio.

In conclusione

Le critiche, positive o negative che siano, tendono a giocare con il nostro ego. La cosa importante da imparare è essere superiori e cercare di estrarne più conoscenza possibile.

Incoraggia le persone a commentare i tuoi lavori, fai un riassunto delle critiche, prova approcci diversi sfruttando le critiche come ispirazione e migliora la tua tecnica. In fotografia non sei mai veramente arrivato.

La “foto perfetta” non esiste. Al contrario, si può sempre migliorare e ogni giorno dovresti allenarti per questo.

Articolo di DZVONKO PETROVSKI liberamente tradotto dall’originale: http://www.lightstalking.com/love-negative-constructive-critique/