Si è detto molto a proposito della fotografia al tramonto, ma cosa succede dopo?

La notte è il mio momento preferito per fare street photography di notte. I paesaggi urbani sono illuminati con una miriade di fonti di luce interessanti e colorate, come i lampioni, le insegne al neon, le vetrine, le luci delle auto e le lampadine da esterno. Le persone indossano i loro abiti preferiti. Le scene più blande, se scattate di giorno, possono improvvisamente trasformarsi in scene inquietanti o affascinanti, di notte.

Eccoti 10 consigli per fare street photography di notte, che potrebbero farti decidere di iniziare la tua prossima sessione di fotografia al crepuscolo, piuttosto che porvi fine.

1. Impostazioni ideali per mettere a fuoco, di notte

Per bloccare il movimento durante il giorno, preferisco usare una velocità dell’otturatore pari a 1/320s, con 1/160s come soglia inferiore massima consentita.

Di notte, questo cambia. Nelle zone più luminose, sarai in grado di fotografare a 1/250s, ma il più delle volte sarà meglio usare una velocità dell’otturatore a metà tra 1/160s e 1/60s. Per fare ciò, è necessario avere: mani ferme, una lunghezza focale grandangolare ed essere in grado di stare completamente fermi per fotografare a mano libera con una velocità di circa 1/60s. Con un po’ di pratica si può fare.

1/125th a f/2.5, ISO 6400

1/125s a f/2.5, ISO 6400

Un grandangolo è strettamente necessario per questo tipo di fotografia, perché maggiore è la lunghezza focale, maggiore è la velocità di scatto necessario per mantenere un’immagine nitida. Con un obiettivo da 28mm o 35 millimetri (fino a 50mm) diventa molto più facile fotografare a mano libera con tempi di posa più lenti.

Sarà di aiuto anche usare un obiettivo a lunghezza focale fissa, come ad esempio un 35 mm f/2. È possibile scattare a f/4 in aree più luminose, ma essere in grado di scattare a f/2.8, f/2, o addirittura f/1.8 aumenta notevolmente le tue opportunità.

Infine, è necessario aumentare significativamente i valori di ISO. Con le fotocamere digitali moderne puoi fotografare praticamente ovunque con valori di ISO che vanno da 1600 a 6400, ottenendo una qualità finale discreta o tutto sommato buona. Se così non fosse, sarebbe praticamente impossibile ottenere delle foto decenti durante la notte. Personalmente, preferisco scattare con ISO 3200. Alle volte, anche con ISO 6400, se necessario.

2. Prima di tutto, individua le fonti di luce

1/60s a F2.8, ISO 3200

1/60s a F2.8, ISO 3200

Dovresti sempre prestare attenzione alle fonti di luce primarie presenti in una scena, non importa dove o quando si sta fotografando. Di notte, in particolar modo, questo aspetto diventa ancora più importante. Inizia trovando una bella fonte di luce o una zona con una buona illuminazione. Quindi aspetta che accada qualcosa.

Concentrati su come queste fonti di luce colpiscono i soggetti. Se sei appoggiato a un negozio con un’insegna luminosa alle tue spalle, come l’uomo nella foto sopra, noterai che quando i soggetti passano per la via, saranno illuminati da una forte luce con un colore particolare. Se il diaframma dell’obiettivo non va oltre f/4, questo suggerimento ti sarà di grande aiuto per aggirare questa limitazione.

D’altra parte, se ti trovi in strada e punti la fotocamera verso la sorgente di luce, come ho fatto nella foto qui sopra, allora la luce sarà meno pronunciata sui soggetti, tuttavia, riuscirai a riprendere l’insegna. Nota la differenza tra la luce sul lato sinistro e quella sul lato destro del volto dell’uomo nella foto.

3. Fotografa la vita notturna

1/125s a f/2, ISO 6400

1/125 a f/2, ISO 6400

Alcune delle fotografie più interessanti, appartenenti al genere della street photography di notte, sono scattate nei luoghi più affollati, ovvero dove c’è vita notturna. Un’ottima fonte di ispirazione è il lavoro “After Dark” di Maciej Dakowicz.

4. Alterna l’avvicinarsi all’allontanarsi

Sono un grande sostenitore del consiglio di Robert Capa, il quale dice che, “se le tue foto non sono abbastanza buone, non sei abbastanza vicino”. Tuttavia, di notte altero spesso questa strategia.

Cerco di avvicinarmi il più possibile ai miei soggetti ma, al contempo, cerco anche di creare situazioni in cui gli stessi soggetti sono piccoli aspetti della scena globale. Di notte, gli sfondi possono essere molto più belli che durante il giorno, tanto che spesso è meglio che le persone fotografate siano l’elemento secondario della foto, piuttosto che quello primario.

Il vantaggio tecnico di questo approccio è che non c’è bisogno di utilizzare un’elevata velocità dell’otturatore per catturare il movimento dei soggetti, proprio perché si è più lontani. È possibile bloccare un soggetto in movimento a 1/60 di secondo, se si è più lontani, mentre è necessario salire ad almeno 1/125, quando si è più vicini.

5. Treppiede e folla sfocata

1/8s a f/4, ISO 800 (con treppiede)

1/8 a f/4, ISO 800 (con treppiede)

Per la fotografia di strada, di solito è meglio andare a mano libera, perché non si sa mai se qualcosa di interessante sta per accadere e dove. Tuttavia, uno dei momenti migliori per utilizzare un treppiede è quando si desidera catturare una scena affollata, con un sacco di gente e movimento.

Fai degli esperimenti con tempi di posa più lenti, come ad esempio 1/8 di secondo e scatta un gran numero di immagini. Mi ci è voluto molto tempo per catturare l’immagine qui sopra perché volevo che la gente fosse distribuita in modo uniforme in tutta la scena, ma al tempo stesso desideravo immortalare qualcosa di interessante in primo piano. Questo qualcosa è la posa della donna e dell’uomo che la guarda. C’è voluto del tempo, e un sacco di scatti, per essere in grado di scattare questa foto.

6. Usa il flash

L’uso del flash in strada è a tua completa discrezione, ma tieni a mente che usando un flash potresti incorrere in problemi. Personalmente, preferisco lavorare con i vincoli della luce naturale anche perché non mi sento a mio agio nello scattare delle foto con il flash in faccia a degli sconosciuti. Tuttavia, molti altri fotografi preferiscono farlo. Non si può di certo ignorare che si crea un effetto fantastico quando questa tecnica è applicata nel modo corretto.

L’utilizzo di un flash significa che ti puoi liberare di molti dei vincoli della street photography di notte. È possibile utilizzare un tempo di posa più veloce e aumentare la profondità di campo e meno rumore di fondo.

Puoi usare il flash per illuminare completamente la scena, se l’area raggiunta dalla luce della tua macchina è in primo piano e tutto il resto è buio. Oppure puoi impostare la fotocamera e predisporre la scena nello stesso modo in cui lo faresti senza usare il flash, e quindi utilizzare la sua luce per aggiungere un po’ di illuminazione di riempimento ai soggetti in primo piano.

7. Il rumore e la tanto temuta foto sottoesposta

1/250s a f/2, ISO 3200

1/250 a f/2, ISO 3200

Usa sempre l’esposizione corretta quando fotografi con un valore di ISO alto.

Detto ciò, anche con le migliori impostazioni, alcune foto saranno sempre scattate in aree troppo scure perché l’esposizione sia corretta. È impossibile fotografare al buio e, al tempo stesso, ottenere l’esposizione perfetta per ogni singola fotografia. Per questo motivo, per quegli scatti occasionali dal contenuto eccellente che non sei disposto a sacrificare, non avrai altra scelta se non giocare con l’esposizione durante la modifica, ovvero dopo lo scatto.

Per questo tipo di fotografia, innanzitutto ignoro il rumore e poi aggiusto l’esposizione con Lightroom. Facendo ciò, se ho dovuto alzare di molto l’esposizione, avrò di fronte una foto fortemente sgranata. Fortunatamente, ci sono alcuni trucchi per salvare un’immagine di questo tipo, a patto che si stia fotografando in RAW.

Quello che faccio è eliminare del tutto il disturbo di sottofondo e poi riaggiungerne un po’. Quello che voglio è che la foto risulti piacevole, nell’insieme. Ci sono molti programmi in grado di ridurre il disturbo di sottofondo, come PhotoNinja, Topaz DeNoise, e DxO. Personalmente, apprezzo molto la funzione di riduzione del disturbo incorporata in Lightroom. Se anche così il disturbo è ancora eccessivo, apro Photoshop e aggiungo una leggera sfocatura con il tool Gaussian blur.

Quindi torno alle impostazioni di Lightroom e aggiungo nuovamente del disturbo. In questo modo, l’insieme appare più piacevole allo sguardo, meno artificiale e, oltretutto, questa tecnica mi permette di nascondere alcune delle carenze strutturali nelle immagini sottoesposte. Il risultato non sarà un’immagine perfettamente nitida, ma ugualmente piacevole a vedersi.

8. Sfocature e imperfezioni

A tal proposito, cerca di fare delle fotografie quanto più possibile nitide, se è la nitidezza che vuoi porre in risalto. Ma ricorda che una foto può essere fantastica anche se non è perfettamente a fuoco.

Di notte, non hai bisogno di rimanere assolutamente immobile quando scatti, per ottenere delle fotografie fantastiche. Per esempio, parlando di nitidezza, faccio particolarmente attenzione a questo aspetto quando scatto foto diurne, mentre tendo ad essere meno rigido per le mie fotografie in notturna. Infatti, queste ultime devono essere interessanti e piacevoli a guardarsi e questa è l’unica cosa che conta davvero, anche se non sono perfette al 100%

Inoltre, con tempi di posa che vanno da 1/60s a 1/30s, si può sempre sperimentare lo scatto a mano libera con un leggero effetto mosso, soprattutto in quei soggetti messi a fuoco che presentano al tempo stesso un po’ di movimento. Questo è un ottimo modo per aggiungere una sensazione energica di movimento ad un’immagine.

9. Le foto in notturna dovrebbero essere scure

1/250s a f/2, ISO 3200

1/250 a f/2, ISO 3200

Ovviamente, questa è un’affermazione generica, quindi sentiti liberi di dissentire, tuttavia credo sia il caso di parlarne in questa sede.

Credo che le fotografie notturne dovrebbero essere immediatamente riconoscibili come fotografie scattate di notte. Ovvero dovrebbero essere scure, con ombre e zone che sono difficili da vedere. Quando si guarda l’istogramma di un’immagine scattata al buio, dovrebbe essere fortemente spostato verso l’estremità scura (a sinistra), rispetto ad un’immagine scattata di giorno.

Quando scatti una foto in notturna, soprattutto se stai usando i settaggi automatici, la tua fotocamera molto probabilmente leggerà male la scena e otterrai un’immagine sovresposta. Essa sarà chiara e tu sarai in grado di vedere ogni cosa come se fosse giorno, ma la foto non sembrerà reale. In questi casi, ciò che devi fare è abbassare leggermente il livello dell’esposizione della tua fotocamera.

Ci sono molte situazioni in cui si vuole ottenere delle immagini in notturna molto luminose e in ciò non c’è niente di male. Tuttavia, non essere troppo spaventato all’idea di scattare delle foto notturne che sembrano buie e per questo realistiche.

10. Fai attenzione

A seconda di dove ti trovi, andarsene in giro di notte con una fotocamera potrebbe non essere una bella idea. Viaggia leggero e fa attenzione a dove vai. Usa il buon senso nello scegliere i soggetti da fotografare e considera l’idea di portare un amico con te. Non vorrai di sicuro ritrovarti in una situazione pericolosa.

Se ti piace la street photography, puoi imparare parecchie tecniche avanzate come quelle descritte in questo articolo nel mio ebook: I fondamenti della street photography. Clicca per comprarlo insieme all’ebook con le interviste ad alcuni fotografi di strada esperti e molto apprezzati oggi.

Articolo di James Maher, liberamente tradotto dall’originale: http://digital-photography-school.com/in-the-dark-10-tips-for-street-night-photography/.