A tutti noi capita a volte di essere fortunati, fa parte della vita. E pare che alcune persone siano più fortunate di altre, ma dipendere dalla fortuna per avere successo nella vita non è davvero una bella idea, per molte, molte ragioni.

Affidarsi alla fortuna non ti renderà neppure un grande fotografo. Infatti questo approccio non farà di te neanche un fotografo mediocre, quello che sarai sarà solamente un tipo fortunato oppure un tizio con in mano una macchina fotografica.

Io credo che una delle ragioni per cui le persone leggono i blog e i siti che si occupano di fotografia sia per imparare come migliorare le propria abilità fotografiche. Puoi apprendere informazioni sulla composizione, il tempo di esposizione e la profondità di campo; puoi scoprire nuove tecniche di post produzione; puoi ottenere spunti sui luoghi da visitare e i soggetti da fotografare. Tutte queste cose possono portare grandi vantaggi.

Ma prima di passare tecniche come l’uso del flash esterno, devi possedere una tua filosofia sul motivo per cui innanzitutto utilizzi la tua macchina. Devi essere consapevole delle cose che attraversano la tua mente mentre osservi il mondo attraverso il tuo mirino.

Quando osservi una bella fotografia puoi notare che esiste un motivo se è stata scattata. Gli scatti di successo hanno uno scopo. Non sono il risultato di un colpo di fortuna.

Se vuoi iniziare a catturare delle belle immagini con uno scopo specifico, la prossima volta che ti troverai con la tua macchina fatti le seguenti domande prima di scattare.

Potrei scattare questa foto usando una prospettiva differente?

Un prospettiva fresca può facilmente aumentare l’impatto delle tue immagini su chi le osserva. Solitamente abbiamo l’abitudine di scattare sempre stando all’altezza dello sguardo; lo facciamo senza pensarci, scattiamo e andiamo oltre.

Ma fermati un momento a considerare la possibilità di scattare il tuo soggetto dall’alto oppure da terra. Un cambio di prospettiva potrebbe cambiare completamente il modo in cui le foto vengono interpretate da chi le guarda.

Quale messaggio/storia stai cercando di comunicare?

Ovviamente c’è qualcosa nella scena o nel soggetto che stai per fotografare che ti ha colpito: assicurati di riuscire a farlo risaltare nel tuo scatto. Usa l’esposizione, l’inquadratura, l’isolamento del soggetto, la composizione per spiegare il motivo per cui stai catturando la tua immagine e quello che significa per te.

Anche quando racconti la storia di qualcun’altro, lo fai comunque con uno scopo.

Sono presenti degli elementi che distraggono?

Se ci sono, spesso si trovano sullo sfondo. Ovviamente ci sono alcune circostanze in cui non potrai fare nulla per evitarli, ma è sempre bene osservare velocemente l’area che si trova dietro al soggetto e determinare se c’è troppo disordine oppure se ci sono elementi indesiderati di qualunque tipo. Sarebbe bene analizzare anche il suolo.

Qual è il punto focale del tuo scatto?

Se riesci a identificare da subito quale desideri che sia il punto focale che colpirà da subito chi osserva la foto, potrai mettere all’opera le tue capacità di composizione per decidere il punto in cui piazzarlo all’interno dell’immagine. Potresti anche dimensionarlo, approfondire il campo visivo o definire una certa forma per fare risaltare di più il tuo punto focale.

Com’è la tua composizione?

Capita spesso di sottovalutarla, specialmente quando ci si occupa di settori come la fotografia di strada, quando tutto accade così velocemente, ma presta attenzione al modo in cui tieni la tua macchina. Quando tutto e tutti sono inclinati su un lato è necessario pensare a tenere la macchina dritta.

Dovresti cambiare l’orientamento dello scatto?

Qui ancora ci imbattiamo in qualcosa che riguarda un’abitudine: l’orientamento verticale contro quello orizzontale. Tutti noi abbiamo una preferenza in merito, probabilmente una forte preferenza, il che è giusto.

Ma mentre controlli che la tua macchina sia dritta, come abbiamo detto nel precedente suggerimento, cerca di cambiare l’orientamento. Come il cambio di prospettiva, anche il cambio di orientamento può conferire un incredibile impatto visivo alla tua foto.

Che ruolo ha l’esposizione?

Ovviamente, se lo scatto è troppo scuro o bruciato allora non potrà aiutarti; ma non devi sempre obbedire a quello che ti dice la macchina. So che sei abituato a parlare di esposizione “buona” o “cattiva” , “corretta” o “sbagliata”, ma l’esposizione dovrebbe essere un’estensione della tua visione creativa, non solo una serie di numeri ordinati arbitrariamente dalla macchina fotografica.

Non è ragionevole, o è almeno improbabile, che tu possa rispondere a tutte queste domande ogni volta che prendi la tua macchina; ma se ne terrai a mente almeno una ogni volta che scatti, l’intero processo diventerà presto naturale.

Articolo di JASON D. LITTLE, liberamente tradotto dall’originale: http://www.lightstalking.com/want-create-great-images-stop-waiting-get-lucky.